Ultimissime dalla Florida: verso il debutto Untitled e Miami Project, saranno 22 (ripetiamo: ventidue) le fiere a corollario di Art Basel Miami Beach

Ci sono due tappe che i collezionisti dovranno aggiungere ai propri carnet nell’offerta fieristica della prima settimana di dicembre, a Miami: alle 20 fiere già in programma si aggiungeranno infatti Miami Project, organizzata dalla compagnia artMRKT Productions, la stessa degli Hamptons, Houston e San Francisco, e Untitled. Miami Project si svolgerà tra il 4 e […]

Omar Lopez-Chahoud, direttore di Untitled

Ci sono due tappe che i collezionisti dovranno aggiungere ai propri carnet nell’offerta fieristica della prima settimana di dicembre, a Miami: alle 20 fiere già in programma si aggiungeranno infatti Miami Project, organizzata dalla compagnia artMRKT Productions, la stessa degli Hamptons, Houston e San Francisco, e Untitled. Miami Project si svolgerà tra il 4 e il 9 dicembre vicino a NADA, ospitando 65 gallere tra cui DC Moore e Fredericks & Freiser da New York, Acme e Daniel Weinberg da Los Angeles e Richard Heller da Santa Monica. Untitled, diretta da Omar Lopez-Chahoud, riunirà invece una cinquantina di gallerie in un grande tendone piazzato vicino a ABMB.
Nel frattempo proprio Art Basel Miami Beach ha già annunciato le sue 257 gallerie partecipanti e aprirà i battenti dal 6 al 9 dicembre. 31 i paesi rappresentati dalle gallerie presenti: 99 dagli USA, 34 dalla Germania; 18 dalla Francia; 19 dalla Gran Bretagna; 14 dal Brasile e poi Svizzera, Spagna, Cina, Corea. Delle gallerie italiane pronte per il viaggio vi abbiamo già detto: tra i nomi hot nella sezione principale vanno comunque segnalate Acquavella Galleries, Alexander and Bonin, Blum & Poe, Marianne Boesky, Bortolami, James Cohan, Sadie Coles HQ, Eigen + Art, Stephen Friedman, Gmurzynska, Hauser & Wirth, Gagosian, Xavier Hufkens, Yvon Lambert, Lehmann Maupin, Lisson, Thaddaeus Ropac, ShanghART & H Space, Sperone Westwater, Sprüth Magers Berlin London, White Cube.

– Martina Gambillara