Lo Strillone: Shakespeare e il suo tempo al British Museum su La Stampa. E poi Ando Gilardi a Savignano sul Rubicone, Francesco Alberoni e il mercato, la miopia degli editori…

A meno di 24 ore dall’inaugurazione, con Hollande al taglio del nastro, Mario Bellini racconta in anteprima a Corriere della Sera il dipartimento di arte islamica che ha disegnato per il Louvre; in un box le meraviglie di teche espositive hi-tech, considerate gioiello dell’ingegneria italica. Su La Stampa: Shakespeare e il suo tempo al British […]

Quotidiani
Quotidiani

A meno di 24 ore dall’inaugurazione, con Hollande al taglio del nastro, Mario Bellini racconta in anteprima a Corriere della Sera il dipartimento di arte islamica che ha disegnato per il Louvre; in un box le meraviglie di teche espositive hi-tech, considerate gioiello dell’ingegneria italica.

Su La Stampa: Shakespeare e il suo tempo al British Museum, omaggio ad Ando Gilardi per il Festival della Fotografia di Savignano sul Rubicone. Un calcio alle indagini di mercato: i prodotti che cambiano il mondo sono frutto di intuizioni geniali, non rispondono a bisogni ma li creano. Così il fondo di Francesco Alberoni sulla prima pagina de Il Giornale.

Su La Repubblica è tutto da gustare Siamo spiacenti, saggio di Gian Carlo Ferretti edito da Bruno Mondadori: una storia della letteratura italiana vissuta attraverso la miopia di editori che cassarono testi divenuti poi fondamentali, da Gadda a Testori.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.