Nelle terre di Piero. Partono le iniziative in omaggio a Manzoni a cinquant’anni dalla morte: ecco il tributo dei giovani artisti italiani. Su Artribune preview fotografica

Partono da lontano, le celebrazioni del cinquantenario della scomparsa del grande Piero Manzoni, che cadrà per la precisione il prossimo 6 febbraio 2013. Da lontano, almeno come tempi: ma non come luoghi, visto che parliamo di Torre Pallavicina, nella bergamasca, appena qualche chilometro da Soncino, dove Manzoni nacque nel 1933. È qui infatti che si […]

Partono da lontano, le celebrazioni del cinquantenario della scomparsa del grande Piero Manzoni, che cadrà per la precisione il prossimo 6 febbraio 2013. Da lontano, almeno come tempi: ma non come luoghi, visto che parliamo di Torre Pallavicina, nella bergamasca, appena qualche chilometro da Soncino, dove Manzoni nacque nel 1933.
È qui infatti che si apre domani 22 giugno la mostra Nelle terre di Piero. Omaggio a Manzoni, che fino al 23 luglio propone – a cura di Alberto Dambruoso – una lettura e reinterpretazione della sua opera da parte di alcuni tra i più interessanti artisti italiani emersi sulla scena artistica degli ultimi decenni. Da Bertozzi & Casoni a Stanislao Di Giugno, Paolo Grassino, Peppe Perone, Perino & Vele, David Reimondo, Pietro Ruffo, Vincenzo Rulli, gli artisti coinvolti propongono i loro lavori in dialogo e allo stesso tempo in confronto con quelli del maestro milanese, in qualche caso realizzandoli appositamente. Artribune si è insinuata nel backstage, eccovi l’anteprima fotografica…

  • anna

    be… il confronto fra le scatolette di merda e una cianfrusaglia che gli sta dietro…. un super-maso-
    chismo…

  • A.S.

    belle cacate..manzoni sarebbe felice