Lo Strillone: il fai-da-te per la mostra di Bramantino a Milano sul Corriere della Sera. E poi l’Urlo di Munch, invasione pop a Firenze, addio a Camilian Demetrescu…

È un Urlo collettivo: su Il Fatto Quotidiano Maurizio Chierici legge il successo all’asta del quadro di Munch come cartina tornasole dei tempi che corrono. Il David ossigenato di Feldmann ma anche L’Ultima Cena fluo di Warhol: su Quotidiano Nazionale l’invasione pop alla Galleria dell’Accademia di Firenze. Ha combattuto il regime attraverso l’arte: Libero omaggia […]

Quotidiani
Quotidiani

È un Urlo collettivo: su Il Fatto Quotidiano Maurizio Chierici legge il successo all’asta del quadro di Munch come cartina tornasole dei tempi che corrono. Il David ossigenato di Feldmann ma anche L’Ultima Cena fluo di Warhol: su Quotidiano Nazionale l’invasione pop alla Galleria dell’Accademia di Firenze.

Ha combattuto il regime attraverso l’arte: Libero omaggia il rumeno Camilian Demetrescu, pittore dissidente, scomparso ad 84 anni. Aperitivo con Van Gogh oggi a Milano: Avvenire invita all’Auditorium San fedele per conferenza e documentario su vita, morte e miracoli di Vincent.

Bramantino inaugura la stagione del low cost: su Corriere della Sera anticipazioni per la prima mostra che la Milano di Pisapia allestisce tutta da sé, limando i costi onerosi degli intermediari dell’arte. Ed ora tocca a Ornaghi: aggiornamenti vari sul tira e molla per il festival del Cinema, La Stampa rimanda al ministro l’ultima parola.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.