Se dal 31 luglio state ricevendo un’email al giorno da una galleria d’arte, non preoccupatevi, non è né un rebus né spam. Sono solo i frammenti di un discorso sul progetto che si terrà a settembre…

Come avrete sicuramente notato dai numerosi aggiornamenti del sito, noi di Artribune non siamo andati in vacanza: ma non siamo certo gli unici. Galleristi, artisti e iniziative culturali movimentano anche i mesi estivi; ma non è tutto. Aggregato, una galleria di Imola dai recenti natali che si occupa di progetti sul confine tra arte e […]

Uno dei frammenti inviati via email

Come avrete sicuramente notato dai numerosi aggiornamenti del sito, noi di Artribune non siamo andati in vacanza: ma non siamo certo gli unici. Galleristi, artisti e iniziative culturali movimentano anche i mesi estivi; ma non è tutto. Aggregato, una galleria di Imola dai recenti natali che si occupa di progetti sul confine tra arte e design, ha deciso di utilizzare ogni singolo giorno del mese di agosto per inviare un messaggio particolare.
Per comprenderlo occorre un piccolo excursus sulla storia della galleria. Il 31 luglio 2010 Aggregato ha assunto le sembianze di un’abitazione, con tanto di stanze arredate di tutto punto, ed è diventata “La casa aggregato” fino allo scorso 31 luglio del 2011. Per celebrare la riuscita di questa installazione abitativa è stato sacrificato e fatto a pezzi il cancello della dimora-galleria, in 31 pezzi. Uno scatto di ognuno di questi frammenti viene ora inviato ogni giorno, tramite email, accompagnato da un assioma sul tema del progetto. La pratica come progetto, il gioco come progetto, l’operatore come progetto, l’osservatore come progetto, etc. Di primo acchito si ha l’impressione di essere di fronte a un grande mistero dell’arte da risolvere di cui si hanno solo piccoli indizi visivi e scritti. Ma lasciate da parte ogni spirito investigativo, non c’è alcuna relazione tra i frammenti di cancello e le frasi. Sono solo spunti, suggerimenti, suggestioni, semi che vanno doviziosamente raccolti, perché con l’ultima email del 31 agosto verranno indicati luogo e giorno dell’incontro che si terrà sul tema del progetto.
Durante il dibattito verrano anche dati “in affido” i veri e propri frammenti del cancello al costo simbolico di 10 euro per chi decidesse di voler ospitare una parte di Aggregato a casa. Per chi invece si fosse perso qualche pezzo può comodamente recuperarlo o dalla pagina facebook o dallo spazio buzz su google.

– Valia Barriello

www.aggregato.it
www.facebook.com/aggregato
profiles.google.com/aggregato/buzz


CONDIVIDI
Valia Barriello
Valia Barriello, architetto e ricercatrice in design, si laurea nel 2005 presso il Politecnico di Milano, Facoltà di Architettura, con la tesi "Una rete monumentale invisibile. Milano città d'arte? Sogno Possibile". Inizia l’attività professionale collaborando con diversi studi milanesi di architettura fino a che la passione per gli oggetti quotidiani e il saper fare con mano la spingono verso il design e verso il mare. Inizia così un dottorato in Design presso la facoltà di Architettura di Genova che consegue nel 2011 con la tesi di ricerca "Design Democratico". La stessa passione la porta anche alla scrittura che svolge per diverse testate del settore e all’allestimento e curatela di mostre di design. Porta avanti contestualmente all'attività professionale la ricerca sui temi che ruotano intorno al design democratico all'autoproduzione e all'utilizzo di materiali di scarto. Attualmente lavora presso uno studio milanese, collabora con la NABA come assistente del designer Paolo Ulian e cura la rubrica di design per Artribune.
  • Fantastico.! A quanto pare Aggregato è proprio in totale sintonìa con la mission
    di ‘ARTOUR-O’ il MUST’.
    Buona giornata
    TL

  • un teaser! fantastico si!