Metti una passeggiata a Napoli. E metti Bianco-Valente o Daniele Sepe come guide turistiche nel più incredibile centro storico del mondo

La città vista con gli occhi degli artisti. Passeggiate nel centro storico di Napoli, in cerca di dettagli, angoli segreti, memorie, suggestioni, input personali da condividere con la gente. Questo è Nomi Cose Città, iniziativa organizzata da Aste e nodi e dalla neonata associazione Palazzo Diomede Carafa: guardare, passeggiare, raccontare, mettendo insieme, in un ideale […]

La città vista con gli occhi degli artisti. Passeggiate nel centro storico di Napoli, in cerca di dettagli, angoli segreti, memorie, suggestioni, input personali da condividere con la gente. Questo è Nomi Cose Città, iniziativa organizzata da Aste e nodi e dalla neonata associazione Palazzo Diomede Carafa: guardare, passeggiare, raccontare, mettendo insieme, in un ideale archivio urbano, una quantità di appunti di viaggio fatti di video, parole, fotografie, impressioni, performance. Protagonisti dei brevi tour sono stati, tra febbraio e aprile, la scrittrice Antonella Cilento, gli street artist Kaf & Cyop, il fotografo Luciano Ferrara, il musicista Daniele Sepe e gli artisti Bianco-Valente.

Un evento spalmato nell’arco di tre giorni, ospitato presso Palazzo Diomede Carafa, includerà a partire da domani un’esposizione di materiali visivi e di piccoli oggetti/ souvenir, raccolti durante le cinque visite guidate d’eccezione. Un progetto tutto orientato alla rivalutazione e alla riscoperta di uno dei più affascianti centri storici d’Italia: “La scelta di allestire la mostra a Palazzo Diomede Carafa – raccontano gli organizzatori – nasce dalla volontà di riaprire alla città dei veri e propri tesori, come lo storico edificio di via San Biagio, che troppo speso, per la scarsa competenza istituzionale e per l’elevata rigidità di alcune norme, restano celati agli occhi dei più”.
Tanti gli appuntamenti fino al 22 maggio: dal breve tour all’interno del Palazzo, all’apertura degli atelier di Biasucci, Mary Cinque e Rinedda, dalla rassegna di video del festival Movi/mentale In/video, alla performance Vis à Vis di Mena Rusciano e Riccardo Pisani.
Artribune Television vi offre già un’anteprima, pubblicando il report di una delle cinque passeggiate, in un video racconto di Pasquale Napolitano. Pronti per immergervi tra i vicoli di Napoli, guidati dai bravi Bianco-Valente?

Helga Marsala

Napoli, Palazzo Diomede Carafa, via San Biagio dei Librai 121
opening 20 maggio 2011, ore 17
fino al 22 maggio 2011
www. nomicosecittà.org

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.
  • Bellissima iniziativa!…la Napoli che c’è!…W Il Fanstastico Regno delle Due Sicilie!