Virtual Reality: l’app del New York Times omaggia i migliori attori dell’anno con i corti dell’artista Daniel Askill

All’inizio di novembre il New York Times aveva lanciato l’app Virtual Reality con intenti documentari. Poi ha coinvolto l’artista Daniel Askill per una serie di omaggi ai migliori attori dell’anno ed è nata la serie Take Flight

Daniel Askill (1977) è un regista australiano e artista che si divide tra il cinema, la fotografia, la video installazione e la scultura. Ha diretto cortometraggi, video musicali, spot pubblicitari e film di moda e vive tra Sydney e New York. Come artista ha esposto in sedi prestigiose come il Palais de Tokio di Parigi, l’Institute of Contemporary Art di Londra e la Biennale di Venezia. I suoi videoclip con Sia nominati ai Grammy (Chandelier ed Elastic Heart) hanno raggiunto oltre un miliardo di visualizzazioni. Come sia finito poi a dirigere la serie di video sperimentali Take Flight, omaggio agli attori dell’anno, per il New York Times non è dato sapere. Sta di fatto che all’inizio di novembre la testata suddetta ha lanciato un’app, Virtual Reality, distribuendo contemporaneamente un milione di Google Cardboard Viewer (una specie di strumento stereoscopico fatto di cartone) dove poter collocare il proprio smartphone per sfruttare al meglio la tecnologia offerta.

NEW YORK TIMES – VIRTUAL REALITY APP
L’intento è utilizzare uno strumento di narrazione coinvolgente e alternativo. Per questo i primi video hanno ritratto situazioni drammatiche come gli attacchi terroristici di Parigi o le difficoltà quotidiane dei rifugiati, consentendo agli spettatori di connettersi con persone e luoghi che non sarebbero mai stati in grado di raggiungere da soli. Poi è stato lanciato un progetto completamente diverso e più ludico. Per celebrare i migliori attori dell’anno Daniel Askill è stato chiamato a girare una serie di video virtuali dove le stelle di Hollywood si librano nello spazio notturno privo di gravità, in situazioni che citano in qualche modo celebri scene della storia del cinema. Gli utenti in questo caso possono volare nel cielo insieme a Michael Fassbender, Melissa McCarthy, Rooney Mara e Charlize Theron, e ritrovarsi su una bicicletta di fronte alla luna come capitava ad E.T. nel 1982. In questo video trovate una summa dell’intero progetto (10 ritratti totali), che si trova in un territorio ibrido in cui definire il genere è ancora impossibile. Obbligatorio dare un’occhiata.

– Federica Polidoro

www.nytimes.com/interactive/great-performers-take-flight.html
www.danielaskill.com