È la prima Illustration Week d’Israele, in corso a Tel Aviv fino al prossimo 31 maggio. Dieci giorni densissimi, con un network allargato di associazioni, spazi espositivi, design store, case editrici, tutti all’opera per sviluppare un programma di mostre, workshop, incontri, quasi tutti a ingresso gratuito, al coperto o en plein air. L’intera città si trasforma in una straordinaria superficie creativa, su cui si srotolano le immagini di talentuosi artisti e illustratori di fama internazionale, come dentro a un happening collettivo che tributa la migliore scena indipendente israeliana.

Curato dal critico Yuval Saar, l’evento coinvolge location diversissime: dai porti di Jaffa e Tel Aviv al Rothschild Boulevard, dal Benyamini Center for Contemporary Ceramics alla Tel Aviv Artists House, da Ariella House Public Library a Hamelaha Workshop print studio. “Ci sono molte cose di qualità che stanno accadendo in questo campo”, ha commentato Yuval Saar, “e stiamo scoprendo moltissimi nuovi talenti che entrano nel mercato, ma il cui lavoro non sempre ha la giusta risonanza. La Illustration Week ha lanciato al pubblico un’opportunità per interagire con gli illustratori. Quella che era iniziata come una mostra, si è trasformata in un’ampia celebrazione”. Nel video teaser ufficiale, una carrellata di immagini naif, dark, eccentriche, minuziose, ludiche, vintage, poetiche, pop, fashion, surreali, per raccontare in pochi minuti l’euforia variopinta di questo grande museo diffuso e temporaneo.

Helga Marsala

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.