11 dicembre, ore 18
British School at Rome

C’era anche Reinier de Graaf tra gli opsiti del ciclo di appuntamentin Meeting Architecture, curato da Marina Engel per la British School at Rome.  L’architetto olandese, classe 1964, dal 1996 fa parte del famoso studio di design e architettura fondato da Rem Koolhaas, l’Office for Metropolitan Architecture, guidandone il think-tank battezzato AMO: mentre l’OMA  si dedica alla progettazione di edifici e importanti masterplan, quest’ultimo – con sede a Rotterdam – si occupa di ricerche che superano i confini tradizionali dell’architettura, affrontando questioni che vanno dai media alla politica, dalla sociologia alle energie rinnovabili, dalla tecnologia alla moda, dall’arte contemporanea all’editoria e al graphic design.

In linea con lo spitito del complesso progetto avviato dall’Accademia Britannica, l’incontro con Reinier de Graaf  – introdotto da Francesco Garofalo – mirava proprio a far emergere i punti di tangenza tra discipline, linguaggi e aree del sapere differenti ma contigui, mostrando quanto la della progettazione di spazi abitabili e attraversabili possa riolevare infinite potenzialità, passando dalla pratica del confronto, dal dialogo, dello sconfinamento. Un modo per generare pensiero e insieme strutture, suggestioni visive ma anche concettuali, in ogni ambito della creatività e del quotidiano.

– Helga Marsala

www.bsr.ac.uk/it

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.
  • Catherine Blanchard

    I have a dream that one day Prada 24 hours museum will be settled in Verona at Palazzo della Gran Guardia, a wonderful city and place to have such an international event. I am sure the guests will enjoy it so much. Thank you Reiner de Graaf and Helga Marsala for your work.