Materie evanescenti: Antonio Marchetti Lamera e Ivan De Menis a Bergamo

Studio Vanna Casati, Bergamo – fino al 24 novembre 2014: in una mostra a cura di Angela Madesani, si incontrano due artisti e le rispettive interpretazioni della materia e del tempo. Da contenere e vincere.

Marchetti Lamera e De Menis in mostra a Bergamo

Accostare metallica monocromia e colori brillanti potrebbe apparire un ardito confronto: è quanto accade a Bergamo, presso lo Studio Vanna Casati, con le opere di Antonio Marchetti Lamera (Torre Pallavicinia, 1964) e Ivan De Menis (Treviso, 1973). Marchetti è il pittore delle ombre, che con cura e attenzione riesce a cogliere e strappare all’inesorabile superficialità del divenire. Interessante in questa rassegna la presenza di alcuni disegni, tappa intermedia del lavoro dell’artista, che ha inizio con la fotografia e si realizza infine su tela cangiante. La ricerca di De Menis si origina dalla pittura, ma la supera e si inoltra nell’ambito scultoreo. Emerge innanzitutto il colore, portatore d’un momentaneo stato d’animo dell’artista e bloccato dalla resina – che tutto può contenere e svelare nel passaggio da stato liquido a solido – e da materiali come polistirolo e pluriball. Ci si ritrova così sospesi fra un’impalpabile leggerezza e la volontà d’immortalare un’emozione.

Linda Taietti

Bergamo // fino al 24 novembre 2014
Ivan De Menis / Antonio Marchetti Lamera – Materie evanescenti
a cura di Angela Madesani
Studio Vanna Casati
Via Borgo Palazzo 42
035 222333
vannacasati@fastwebnet.it
www.vannacasati.it

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/38947/materie-evanescenti/

 

CONDIVIDI
Linda Taietti
Nata nel 1991, vive a Bergamo e Milano, dove studia Lettere moderne alla Statale, dopo una laurea triennale in Filologia romanza. Oscillando fra il richiamo del passato e l’interesse per la contemporaneità, legge e scrive. Predilige in particolar modo la poesia e la ricerca della traccia continua che attraversa l’arte in ogni sua forma.