Fari puntati sullo spazio. Collettiva di riscoperta da Thomas Brambilla

Galleria Thomas Brambilla, Bergamo – fino all’8 dicembre 2014. La mostra bergamasca ha un fascino misterioso. Un percorso che si rifà a un’idea di astrazione che solo in parte si lega all’arte geometrica. Ragionando su un più ampio tema, quello dello spazio, e lasciando molto all’espressione pittorica.

Lo spazio fonde artisti e pensieri differenti, mescolando giovane e “classico”, un paio di esordienti e un affermato da riscoprire, secondo lo stile peculiare della galleria di Thomas Brambilla. Le opere dell’americano Ron Gorchov e del belga Raoul De Keyser, su tutti, accendono i desideri e lo fanno attraverso il colore. Sono due maestri, non troppo conosciuti, il primo più che ottantenne, il secondo morto da un paio d’anni e per la prima volta esposto in Italia. Insieme raccolgono il principale motivo per vedere la mostra: l’Atalanta di Gorchov vibra e grazie al telaio estroflesso e a tinte calibratissime nei loro rapporti cromatici trasporta in altre dimensioni. Poi c’è la cera intarsiata di Domenico Bianchi e un’immancabile Dadamaino che in quest’ottica è calzante. In generale tutto è un sottile equilibrio in cui trionfa il concetto pittorico.

Astrid Serughetti

Bergamo // fino all’8 dicembre  2014
Funzione Continua
THOMAS BRAMBILLA
Via Casalino 25
035 247418
[email protected]
www.thomasbrambilla.com

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/37341/funzione-continua/

 

CONDIVIDI
Astrid Serughetti
Astrid Serughetti sta costruendo in questi anni la sua personale carriera artistica, nel frattempo ha acquisito l’abilitazione da giornalista pubblicista e collabora con diverse riviste e quotidiani locali per le sezioni di arte e cultura. Si occupa anche di didattica dell’arte nelle scuole e in quest’ottica sta conseguendo la laurea in Culture Moderne e Comparate all’Università di Bergamo con una tesi in pedagogia dell’arte. Il suo lavoro si caratterizza per una ricerca estetica volta alla stimolazione sensoriale che l’opera sviluppa sullo spettatore. Vive a Bergamo.