La storia e la sua riscrittura. Runo Lagomarsino a Napoli

Galleria Umberto Di Marino, Napoli – fino al 9 ottobre 2014. Le tre sale della galleria partenopea per ragionare su storia, memoria e travisamento. A opera di un interessante artista svedese che vive in Brasile…

Runo Lagomarsino (Lund, 1977;  vive a San Paolo e Malmö) compie un intervento provocatorio sui sistemi di organizzazione e manipolazione della memoria, sui meccanismi storiografici e, nello specifico, sulle forme passate e recenti di colonialismo che tuttora operano in termini politici, ideologici e culturali. La mostra diventa occasione di riflessione intorno alle logiche e alle tecniche di storicizzazione, che a partire dall’opera Ears go deeper than eyes can see e in parte in Following the Light of the Sun, I Only Discovered the Ground, oppone alla preminenza del punto di vista chiavi di lettura e d’interpretazione alternative e non convenzionali rispetto al sapere tradizionale e pone il processo di catalogazione a fondamento del procedimento storico-scientifico nella ricostruzione degli eventi. Il percorso espositivo è ideato come una sorta di recupero della memoria: sia quella carsica che si cela dietro la storia convenzionalmente accettata e che si nega alla comprensione comune, così come l’installazione For the ghosts and the raving poets è negata allo spettatore, illuminandosi invece per un pubblico altro; e sia quella collettiva che si manifesta in La Muralla Azul nel simbolo della corona turrita e in One side and the other mediante il contributo del singolo, partecipe dell’identità socio-culturale nel prelievo di una componente dell’opera.

Rosa Esmeralda Partucci

Napoli // fino al 9 ottobre 2014
Runo Lagomarsino – Ears go deeper than eyes can see
Umberto Di Marino
Via Alabardieri 1
081 0609318
[email protected]
www.galleriaumbertodimarino.com

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/35477/runo-lagomarsino-ears-go-deeper-than-eyes-can-see/

CONDIVIDI
Rosa Esmeralda Partucci
È nata ad Avellino nel 1990 e ha frequentato il corso di Laurea Triennale in Archeologia e Storia dell'Arte all'Università degli Studi di Napoli Federico II. Attualmente è in procinto di discutere la tesi in storia dell'arte contemporanea. Ha scritto articoli su testate locali per eventi e mostre organizzate da associazioni (es. Meridies) e altri istituti, quale l'Istituto per la Diffusione delle Scienze Naturali di Napoli. Nel novero dei suoi interessi, oltre all'arte, sono compresi la fotografia, la poesia, la letteratura e il nuoto. Continuerà gli studi magistrali in ambito contemporaneo e museografico.