Eltjon Valle e l’autopsia della terra

Nuova Galleria Morone, Milano – fino al 1° febbraio 2014. Un giovane artista albanese alle prese con una personale intensa e amara. La riflessione è sulle condizioni del nostro pianeta, inquinato e assassino.

Eltjon Valle - There will be oil - veduta della mostra presso la Nuova Galleria Morone, Milano 2013

I grandi cubi di ferro con la terra, collocati al centro dello spazio espositivo di Nuova Galleria Morone a Milano, conducono chi guarda a una dimensione di Land Minimalismo. Potremmo essere tratti in inganno e pensare di trovarci di fronte a opere inedite di Walter De Maria. Così non è. A riportarci sulla retta via, a fornirci qualche dubbio, sono le numerose scatole da entomologo contenenti corpicini di insetti. There will be oil, questo il titolo della mostra del ventinovenne artista albanese Eltjon Valle (Kuçova, 1984; vive a Milano) curata da Francesco Poli, è in realtà una profonda quanto amara riflessione sulle condizioni di vita del nostro pianeta. La terra nei contenitori è quella inquinata degli scavi petroliferi, che genera la morte dei piccoli animali, e non solo la loro.

Eltjon Valle - There will be oil - veduta della mostra presso la Nuova Galleria Morone, Milano 2013
Eltjon Valle – There will be oil – veduta della mostra presso la Nuova Galleria Morone, Milano 2013

La volontà è quella di creare un microsistema che riesca a renderci edotti di quello che ci sta succedendo attorno. Quella di Valle, che vive tra Milano, Tirana e Berlino, è una mostra densa di significati e di idee. Si tratta di una macabra quanto esteticamente gradevole autopsia della terra, in grado di offrire nuovi spunti alla nostra riflessione.

Angela Madesani

Milano // fino al 1° febbraio 2014
Eltjon Valle – There will be oil
a cura di Francesco Poli
NUOVA GALLERIA MORONE
Via Nerino 3
02 72001994

[email protected]
www.nuovagalleriamorone.com

CONDIVIDI
Angela Madesani
Storica dell’arte e curatrice indipendente, è autrice, fra le altre cose, del volume “Le icone fluttuanti. Storia del cinema d’artista e della videoarte in Italia”, di “Storia della fotografia” per i tipi di Bruno Mondadori e di “Le intelligenze dell’arte” (Nomos edizioni). Ha curato numerose mostre presso istituzioni pubbliche e private italiane e straniere. È autrice di numerosi volumi di prestigiosi autori fra i quali: Gabriele Basilico, Giuseppe Cavalli, Franco Vaccari, Vincenzo Castella, Francesco Jodice, Elisabeth Scherffig, Anne e Patrick Poirier, Luigi Ghirri. Ha recentemente curato un volume sugli scritti d’arte di Giuseppe Ungaretti. Insegna all’Accademia di Brera e all’Istituto Europeo del Design di Milano.