Davide Mancini Zanchi svela i trucchi di Piero della Francesca

Adiacenze, Bologna – fino al 10 gennaio 2014. Davide Mancini Zanchi intraprende un viaggio all’insegna del disvelamento della pittura, percorrendo tre ambienti. Ognuno dedicato a un preciso momento che va a comporre la messa in discussione del mezzo tradizionale.

Davide Mancini Zanchi – R: Rivedere/Ripensare/Riproporre - veduta della mostra presso Adiancenze, Bologna 2013

Davide Mancini Zanchi (Urbino, 1986) pone al centro della sua pratica artistica la pittura, disvelandola dai trucchi della messa in scena. Il discorso prende avvio approfondendo il rapporto che l’artista ha con il tradizionale mezzo: la tela appare oppressa e illeggibile, riversa contro il muro, ostacolata da lastre di vetro. Sono allestiti i simboli inflazionati dalle pagine della storia dell’arte, all’interno di un set posticcio, composto da canne da pesca e manici di scopa, libero da ogni artificio tecnologico, dando spazio alla rozza architettura che permette una corretta ma pur sempre abborracciata mise-en-scène. 

Da ultimo ci si cala nel buio del sottosuolo della galleria, dove l’opera-video mostra come l’artista abbia portato nuova luce su immagini storicizzate, dopo che la loro ripetizione aveva fatto scadere il loro significato in letture ormai consumate.

Carolina Gestri

Bologna // fino al 10 gennaio 2013
Davide Mancini Zanchi – R: Rivedere/Ripensare/Riproporre
a cura di Alberto Zanchetta
ADIACENZE
Piazza San Martino 4f
333 5463796
[email protected]
www.adiacenze.it

CONDIVIDI
Carolina Gestri
Carolina Gestri (Firenze, 1989) è neolaureata in Storia dell’Arte Contemporanea presso l'Università degli Studi di Firenze con una tesi magistrale incentrata sulla nascita e lo sviluppo della Performance Art in Italia. Ha portato a termine tirocini formativi presso il CCC (Center for Contemporary Culture) Strozzina a Firenze e l’organizzazione non profit di Milano Viafarini DOCVA. Aspirante curatrice, è stata selezionata per il corso-residenza CAMPO 13 presso la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino. Da gennaio 2013 è Art Editor per Reykjavik Boulevard (a guide for curious people).