Scacco matto. Ma senza giocare

“Foll’s Mate”, il numero minimo di mosse con cui un giocatore può andare in scacco matto, in quanto assenza di reciprocità è una negazione della partita stessa. Tale il gioco del potere secondo Lukáš Machalický, giovane artista praghese in residenza presso F_Air a Firenze.

Lukáš Machalický – Foll's Mate - veduta della mostra presso F_AIR, Firenze 2012

La ricerca artistica di Lukáš Machalický (Praga, 1984) relaziona fattori estetici e geopolitici in un processo di intensificazione dei significati. Nella nuova esposizione, contenuta ma incisiva, il discorso assume un carattere generale sui meccanismi del potere: quel controllo “dall’alto”, che sappiamo condizionare ogni vita, viene assimilato a una versione illogica del gioco degli scacchi. Due pedoni, un bianco e l’altro nero, s’inseguono tramite un magnete in modo inutile; inoltre la scacchiera che dovrebbe contenerli, essendo piegata, risulta inutilizzabile. Al lato opposto una struttura piramidale, simbolo di ogni gerarchia, si mostra e insieme si auto-contempla nel proprio riflesso. In più stretto rapporto con la memoria personale dell’artista, una carta geografica parziale dell’ex Cecoslovacchia, sbiancata, seguendo i tempi dell’essiccazione del colore lascia emergere la topografia sottostante.
La combinazione ambiguamente ludica operata da Machalický, tra partecipazione emotiva e distacco razionale, risulta convincente.

Matteo Innocenti

Firenze // fino al 19 maggio 2012
Lukáš Machalický – Fool’s Mate
a cura di Lucia Giardino
F_AIR – Florence Artist in Residence
Via San Gallo 45r
055 0332950
[email protected]
fair.palazziflorence.com