Oriente-Occidente

Trento - 02/09/2011 : 15/09/2011

L’esposizione intende mettere a confronto le diverse poetiche cercando di coglierne le peculiarità espressive e le specificità stilistiche, intendendo però anche dar voce al comune modo di sentire e percepire la realtà.

Informazioni

Comunicato stampa

L’esposizione intende mettere a confronto le diverse poetiche cercando di coglierne le peculiarità espressive e le specificità stilistiche, intendendo però anche dar voce al comune modo di sentire e percepire la realtà.
È questa una possibilità di evidenziare quanto tra il mondo orientale e occidentale ci siano molti punti di incontro, senza mai perdere di vista l’immenso potere comunicativo della diversità.
In Shuhei Matsuyama una leggerezza cromatica spaziale propria dell’arte giapponese, si pone come un carattere indelebile dentro il percorso dell’arte contemporanea


Per Aldo Pancheri un mondo espresso con geometrie dinamiche e coloratissime in spazi di tonalità profonda, dialoga con forme astratte naturaliste graficamente imprevedibili o configurano come archetipi del nostro tempo la bellezza e l’eros a fior di pelle.
Trento è sempre stato un punto d’incontro tra nord e sud e non per nulla è stata sede del Concilio Tridentino. In questi anni anche per via del Mart e di diverse situazioni che si sono create, Trento è inserita ancora più vivacemente e quale punto focale in mondi anche apparentemente lontani fra loro. Questa esposizione ne vuole essere un’ulteriore conferma.

Aldo Pancheri è nato a Trento nel 1940. Diplomato all’Istituto d’Arte di Trento, continua gli studi all’Accademia di Belle Arti di Bologna alla Scuola di Virgilio Guidi ove si diploma nel giugno del 1962. Dal 1961 al 1969, mentre insegna disegno architettonico ed ornamentale a Trento, alla galleria L’Argentario conosce il pittore Aldo Schmid con il quale per un anno condivide l’atelier. Negli anni Settanta si stabilisce definitivamente a Milano ed entra in amicizia con l’architetto Luciano Baldessari, prodigo di consigli e maestro di vita, che lo introduce nel mondo artistico milanese. Numerose le esposizioni in Italia e all’estero con importanti contributi critici.



Shuhei Matsuyama è nato a Tokyo nel 1955. Nel 1976, dopo aver conseguito il diploma all’Accademia di Belle Arti di Tokyo, si trasferisce in Italia per approfondire gli studi di arte pittorica all’Accademia di Belle Arti di Perugia. Nel 1979 la prima mostra personale, tenuta a Perugia presso l’Antico Palazzo dei Priori. Negli anni successivi presenta oltre cinquanta mostre personali e cento collettive tra Europa, Giappone e Stati Uniti. Agli inizi degli anni Novanta si trasferisce a Milano.