Fabrizio Molinario – Mountain Games

Moena - 02/07/2011 : 04/08/2011

Fabrizio Molinario imprime sulla tela il ritmo convulso del corpo in movimento, intento a prevalere nella lotta agonistica come se dovesse sopravvivere in un contesto di guerra, o attaccare la preda a sorpresa, d’un balzo.

Informazioni

Comunicato stampa

Mountain Games

I Giochi di montagna di Fabrizio Molinario

Testo critico di Rossella Pesce

Agile e graffiante come belva di bosco, per la rapidità del segno, bruscamente interrotto in tensioni e sforzi, e frizzante come l’aria di montagna, per quel colore, brillante, vivido e impetuoso, in cui si sfrangia, sincopato, il suo tracciato pittorico, Fabrizio Molinario imprime sulla tela il ritmo convulso del corpo in movimento, intento a prevalere nella lotta agonistica come se dovesse sopravvivere in un contesto di guerra, o attaccare la preda a sorpresa, d’un balzo


Nei “giochi di montagna” chi sceglie la gara s’ “impasta” nell’erba, s’inerpica sulla roccia, scivola sulla neve, si libra nel vuoto roteando come un petalo…Sembra penetrare nella terra e nell’aria, nell’acqua e nel ghiaccio, e unirsi alla materia nel respiro del mondo.
Nel vento che scuote le cime e nel battito accelerato del cuore riecheggia, vitale, la voce del tempo: rimbalza come un’eco che irride giocosa la montagna maestosa, silente simbolo d’ Assoluto e d’Eterno.

Rossella Pesce