Ti aiuto con un disegno

Un’iniziativa autonoma, partita dal basso, e che ha coinvolto parecchi disegnatori. L’obiettivo? Aiutare le popolazioni vittime del terremoto. L’appello è partito da Laura Scarpa. Il tam-tam passa dal web, rimbalza su Facebook. Così all’associazione Comicout cominciano ad arrivare i primi originali. Tutti in vendita.

Laura Scarpa

“Il terremoto distrugge. Qualcosa di può fare per chi lo subisce, anche col fumetto. È un appello che facciamo a tutti gli editori e autori”. Lo dice Laura Scarpa che, oltre essere un’ottima illustratrice, ha anche contribuito alla fondazione della rivista Scuola di fumetto edita dalla Coniglio, che a tutt’oggi continua a dirigere. L’idea nasce e si sviluppa sul sito di Comicout, associazione culturale per la promozione del fumetto che giorno dopo giorno raccoglie, pubblica e vende ogni contributo grafico concesso dai disegnatori – in continua crescita – che aderiscono spontaneamente con schizzi, vignette o tavole originali.
In pochi giorni, grazie alle opere edite e inedite donate da Patrizia Mandanici, Luca Bertelè, Sandro Dossi, Filippo Scòzzari, Cinzia Ghigliano, Marcella Brancaforte, Walter Venturi e la stessa Laura Scarpa, sono stati raccolti quasi 2mila euro. Una cifra, questa, che sarà versata direttamente alla Regione Emilia Romagna.
Chiaramente questa non è l’unica iniziativa del genere destinata alla raccolta fondi. Ma anche su questo Laura è piuttosto chiara: “Altri gruppi si stanno formando. Bene, collaboriamo e diffondiamo. Lo scopo non è farsi pubblicità, ma offrire quello che si può. E nel modo più diretto, pulito e veloce”.

Fabrizio Longo e Alessandro Parodi

Anche la Scarpa – che ha fra l’altro collaborato con riviste come Linus, Corriere dei Piccoli e diretto l’innovativa e compianta ANIMAls – così come altri disegnatori, sceneggiatori e editori, ha donato (e già venduto) un’opera. Tutta particolare. Si tratta infatti di una Moleskine piena di illustrazioni. Com’è sua abitudine, da un po’ di tempo a questa parte, Laura pubblica ogni giorno un’illustrazione sul tumblr Caffè a colazione, poi diventato anche un bel libro, sempre edito dalla Coniglio. La Moleskine è stata venduta a 400 euro. Una cifra più bassa rispetto al suo reale valore di mercato. E questa è una delle prerogative della raccolta fondi autogestita: primo, la cifra di vendita è leggermente inferiore al suo valore; in secondo luogo non si tratta di un’asta (quindi niente offerta al rialzo, ma solo aggiudicazione su richiesta).
Con un mercato di originali piuttosto traballante, poco regolamentato e soprattutto scarsamente redditizio per gli autori, questa iniziativa permette di aiutare le popolazioni terremotate ma crea anche nuove opportunità per i tanti collezionisti. Perché fra le opere in vendita, in attesa della sceneggiatura offerta dallo scrittore e sceneggiatore Tito Faraci, è stato possibile ammirare – anche se parzialmente censurata – una tavola di Dylan Dog disegnata da Christopher Possenti per la storia che sarà pubblicata all’interno del prossimo Color Fest.

Gianluca Testa

comicout.blogspot.it
caffeacolazione.tumblr.com

CONDIVIDI
Gianluca Testa
Gianluca Testa (Lucca, 1977) è un giornalista che si occupa di arte (in particolare il fumetto) e di temi legati al mondo del volontariato e del Terzo settore. Collabora col Centro Nazionale per il Volontariato, è redattore della rivista Volontariato Oggi e del quotidiano online Lo Schermo. Responsabile della rubrica 'fumetti' di Artribune, collabora con afNews ed è direttore di "VolontariatOggi.info - il webmagazine del volontariato", "Tra terra e cielo", "Espressioni - dal di dentro, dal di fuori". Scrive per la rivista Comunicare il sociale (allegato a Sette - Corriere della Sera) e ha collaborato con il quotidiano Terra, La Nazione, Rtl Firenze, Rtl 102.5, RTV38, Exibart, Museo Nazionale del Fumetto. Tiene docenze sulla comunicazione sociale, sviluppa siti web e si dedica alla comunicazione integrata per progetti e servizi. Ha pubblicato un paio di libri.