Inaugurata in Svezia la nona edizione della Göteborg International Biennial for Contemporary Art

È stata appena inaugurata a Göteborg in Svezia GIBCA – Göteborg International Biennial for Contemporary Art, biennale d’arte contemporanea giunta alla sua nona edizione che quest’anno affronta i temi della laicità e del diritto alla libertà sociale, sessuale, culturale e religiosa, nonostante le tensioni della situazione politica attuale.

Si può parlare, oggi, di secolarizzazione e del valore della laicità nella società contemporanea? Sono ancora solidi i principi civili che derivano dalla separazione – tipicamente occidentale – tra la sfera religiosa e quella politica di uno stato, che deve garantire ai suoi cittadini l’uguaglianza politica e sociale e la libertà religiosa? In un momento storico come quello attuale, affrontare il tema della laicità nella società contemporanea, alla luce dell’odierna situazione sociopolitica che sta vedendo il mondo intero alla prese con una evidente trasformazione ideologica, è un tema quanto mai attuale e scottante. Su queste riflessioni si sviluppa GIBCA – Göteborg International Biennial for Contemporary Art, la biennale d’arte contemporanea appena inaugurata a Göteborg, in Svezia, e curata da Nav Haq. WheredoIendandyoubegin – On Secularity è il titolo dell’edizione della biennale di quest’anno, un percorso che si snoda lungo le principali istituzioni culturali della città come la Röda Sten Konsthall, la Göteborg Konsthall e Gothenburg City Library, che ospita una mostra di video e filmati dal titolo We’re saying what you’re thinking. Partecipano alla biennale 50 artisti, invitati a riflettere su come sia possibile difendere le libertà – sociale, sessuale, culturale e religiosa – nonostante le forti differenze culturali.

– Desirée Maida

Göteborg // fino al 19 novembre 2017
GIBCA – Göteborg International Biennial for Contemporary Art
Sedi varie
www.gibca.se

CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Vive a Palermo, dove collabora con gallerie d’arte, scrive per testate d’arte contemporanea e lavora come storico dell’arte e curatore.