“A Place at the Royal Table”, la Reggia di Caserta manda a Versailles la chef Rosanna Marziale

L’iniziativa, promossa dall’associazione European Royal Residences, è una particolare cena si svolgerà a dicembre alla Reggia di Versailles. A cucinare saranno i più quotati chef europei, guidati dalla star Alain Ducasse, chiamati a tenere alto il nome della residenza reale di cui sono rappresentanti. La Reggia di Caserta parteciperà all’appuntamento con la chef stellata Rosanna Marziale

I giardini di Versailles
I giardini di Versailles

Si ritorna a parlare della Reggia di Caserta, dopo l’annuncio dato alcuni giorni fa su Facebook dal suo direttore Mauro Felicori, catturando per giorni l’attenzione e le riflessioni del popolo social, dei media e degli addetti ai lavori di tutta Italia. Se in quel post datato 6 agosto Felicori comunicava di essere costretto a lasciare il suo incarico con un anno di anticipo rispetto ai termini del suo contratto “in ragione della legge sulla quiescenza obbligatoria per limiti di età dei dipendenti pubblici”, adesso il direttore lancia, sempre attraverso il suo profilo Facebook, una notizia che riguarda non solo la Reggia di Caserta, ma anche la cultura gastronomica campana. “Rosanna Marziale, la chef stellata di Caserta testimonial della mozzarella di bufala, è stata invitata a far parte della brigata di Alain Ducasse nella preparazione di una grande cena dedicata al patrimonio culturale europeo che sarà allestita il prossimo 10 dicembre nel palazzo reale di Versailles”, scrive Felicori. “La Reggia torna sulla scena europea assieme alla sua città #fiduciacaserta. Questa ‘cena europea’ che unirà chef di tutte le residenze reali del continente, fa parte di un programma volto alla riscoperta della gastronomia delle corti”.

La Reggia di Caserta restaurata
La Reggia di Caserta restaurata

RESIDENZE REALI E TRADIZIONE CULINARIA DELLE CORTI EUROPEE

A Place at the Royal Table è un progetto cooperativo europeo sviluppato dalla Rete delle Residenze Reali Europee – European Royal Residences – per l’Anno Europeo dei Beni Culturali, e ha lo scopo di migliorare l’educazione sul patrimonio culturale europeo, creando relazioni oltre i confini nazionali e ponti tra le culture. Per valorizzare e promuovere gli ideali e gli obiettivi del progetto, è stato scelto il linguaggio universale del cibo, come veicolo di tradizioni. “A Place at the Royal Table ha l’obiettivo di fare scoprire la grande tradizione culinaria delle corti europee”, racconta ad Artribune Mauro Felicori. Il programma si compone di diverse iniziative, come la grande mostra virtuale creata attraverso la piattaforma Google Culture Institute che raccoglie le collezioni di 13 diverse residenze reali europee (tra le quali è presente anche la Reggia di Caserta). I soggetti rappresentati nelle opere in mostra sono, naturalmente, a tema gastronomico.

LA GRANDE CENA A VERSAILLES

“Inoltre a fine anno”, ci spiega Felicori, “è in programma una grande cena alla Reggia di Versailles, dove ogni residenza che fa parte dell’associazione manderà uno chef stellato come proprio rappresentante, caratteristica, questa, che dà a questa cena un valore comunicativo molto forte”. A guidare il prestigioso evento culinario di A Place at the Royal Table sarà Alain Ducasse, chef pluripremiato francese con all’attivo 28 ristoranti in tutto il mondo, tra cui uno proprio a Versailles. A rappresentare la Reggia di Caserta, e la tradizione culinaria del territorio, sarà Rosanna Marziale, titolare del ristorante Le Colonne e ambasciatrice nel mondo della mozzarella di bufala campana DOP. “Questo si inserisce in un discorso più vasto di promozione culturale”, ci spiega Felicori. “Non vogliamo promuovere solo la Reggia, ma anche il territorio, visto che la nostra è una terra di agricoltura meravigliosa: per queste ragioni abbiamo deciso di ospitare presso le nostre cavallerizze la sede del Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop. Sono iniziative che portiamo avanti per valorizzare un territorio molto ricco ma anche poco comunicato, e noi stiamo usando la popolarità crescente della Reggia per riversare un po’ di questa popolarità su una terra che ne ha bisogno”.

L’ASSOCIAZIONE DELLE RESIDENZE REALI EUROPEE

“La Reggia di Caserta aveva abbandonato l’associazione European Royal Residences, che è presieduta dalla Château di Versailles, ma noi abbiamo lavorato per farne nuovamente parte”, conclude Felicori. “Partecipare alle attività dell’associazione è molto utile, ci permette di scambiare esperienze attraverso seminari tecnici, come quello sulla sicurezza dei palazzi o sul ripristino degli orti e dei frutteti reali nelle residenze. In questo occasione noi abbiamo portato la nostra esperienza della vigna di Ferdinando IV, che adesso stiamo reimpiantando”.

– Desirée Maida

www.europeanroyalresidences.eu/a-place-at-royal-table/

Dati correlati
Spazio espositivoREGGIA DI CASERTA
IndirizzoVia Douhet 22 - Caserta - Campania
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.