Nel segno del Minimalismo. Con Davide Balliano

Luce Gallery, Torino – fino al 25 settembre 2015. Dall’icona religiosa al Minimalismo. Il percorso di un artista italiano a New York, fra i grandi temi del passato e la sperimentazione contemporanea.

Print pagePDF pageEmail page

Davide Balliano, Untitled, 2015 - Courtesy of Luce Gallery and the artist - photo Dario Lasagni, 2015

Davide Balliano, Untitled, 2015 – Courtesy of Luce Gallery and the artist – photo Dario Lasagni, 2015

Fondere elementi pittorici e scultorei, arricchire di contemporaneità le arti tradizionali, muoversi tra sacralità e geometria. È l’arte di Davide Balliano (Torino, 1983, vive a New York), in mostra con la sua prima personale in una galleria italiana. Era partito strappando dai libri foto di dipinti antichi alle quali aggiungeva studi pittorici di linee geometriche. Ora crea opere chiaramente originali in un viaggio personale nella storia dell’arte. Tra gli elementi preferiti, le icone e gli archi: l’arco capovolto in ceramica rivestita da patina dorata è il perfetto esempio della sua arte che si muove su un’estetica classica e al contempo minimalista. Svuotato dell’icona cattolica, l’arco stesso diventa icona. La ricerca messa in campo è quella dell’equilibrio tra assenza e presenza: non è un binomio che arriva dritto agli occhi dello spettatore?

Angela Pastore

Torino // fino al 25 settembre 2015
Davide Balliano
LUCE GALLERY
Corso San Maurizio 25
011 8141011
[email protected]
www.lucegallery.com

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/46204/davide-balliano/

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community