L’eresia del corpo nella fotografia di Roberto Kusterle

Galleria Harry Bertoia, Pordenone - fino al 9 agosto 2015. Una bella antologica racconta il percorso fotografico del goriziano Roberto Kusterle. Interpretazione teatrale del corpo unito al mondo animale e vegetale. In una contaminazione onirica senza tempo.

Print pagePDF pageEmail page

L'abbraccio del Bosco. L'abbandono dei silenzi (2014). © Roberto Kusterle

L’abbraccio del Bosco. L’abbandono dei silenzi (2014). © Roberto Kusterle

Il corpo, la natura, la psiche e l’anima. Sono questi i soggetti dell’antologica di Roberto Kusterle (Gorizia, 1948), espressi in fotografia. Contesti senza tempo, che riconducono ai sentimenti universali della vita. Una fotografia in bianco e nero quanto mai attuale, caratterizzata da contaminazioni di linguaggi e rimandi iconici. Una esplorazione interiore dell’esistenza, che l’artista prosegue nel suo percorso creativo, rimanendo fedele alla poetica artistica degli inizi. Un tempo non ripetibile, in cui la distanza tra sogno, realtà, uomo e animale si uniscono in una eccezionale teatralità, dando vita a sembianze ancestrali, visionarie e immaginarie.

Terry Peterle

Pordenone // fino al 9 agosto 2015
Roberto Kusterle – Il corpo eretico
a cura di Francesca Agostinelli e Angelo Bertani
GALLERIA HARRY BERTOIA
Corso Vittorio Emanuele II 60
0434 392916
[email protected]
https://associazioneventidarte.wordpress.com

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/43911/roberto-kusterle-il-corpo-eretico/

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community