Dieci anni di Vienna Design Week. Con Martino Gamper, Konstantin Grcic e focus Repubblica Ceca

Compleanno importante per la rassegna che anima l’autunno della capitale austriaca. Con un focus sulla Repubblica Ceca e un programma di collaborazioni tra star internazionali e manifatture locali

Martino Gamper per Lobmeyr - foto Nadine Cordial
Martino Gamper per Lobmeyr - foto Nadine Cordial

Dieci anni di inarrestabile sviluppo per la Vienna Design Week, in programma dal 30 settembre al 9 ottobre. La direttrice Lilli Hollein ricorda così gli esordi della manifestazione: “il nostro primo quartier generale era a Margareten. Per quattro anni siamo stati nella torre di Jean Nouvel. E il festival si è sviluppato parecchio dagli esordi: in termini di budget, numero di collaboratori e programmazione. Quello che però non è cambiato è la nostra aspirazione a contribuire al dialogo sul design sia a livello locale che internazionale“. Quest’anno la ex sala per esposizioni Bothe & Ehrmann è il fulcro attorno cui ruota l’intera manifestazione: siamo sempre nello storico distretto di Margareten, area di estrazione operaia che però sta vivendo un nuovo sviluppo urbanistico e culturale.

FOCUS SULLA REPUBBLICA CECA
Si parla ceco dato che la Repubblica Ceca è il Paese ospite, che si contraddistingue per un design di qualità e una scena dinamica che ricorda da vicino quella austriaca: durante questa settimana è possibile così scoprire i nuovi lavori degli studenti della prestigiosa Umprum Academy di Praga, un’eccellenza a livello non solo locale. Un’altra importante collaborazione è quella all’interno del format Passionswege (Sentieri di passione) tra lo studio praghese Dechem e la manifattura di porcellane dell’Augarten. Sempre all’interno del format proposta da Passionswege, che mette anche quest’anno in dialogo designer internazionali e storiche manifatture locali, segnaliamo il progetto di Martino Gamper con J.&L. Lobmeyr. Si tratta di un collaborazione di lunga durata, ma che quest’anno si arricchisce di nuove sperimentazioni su vetro.

GLI OROLOGI DI GRCIC
Tra i big del design internazionale segnaliamo la presenza di Konstantin Grcic, che presenta la sua nuova collezione di orologi per Rado. Uno dei focus che da sempre contraddistingue la manifestazione è Stadtarbeit, che indaga nuove metodologie di design sociale, per migliorare la vita delle persone. Attraverso un’open call sono stati selezionati quattro progetti che hanno rivelato qualità creative e potenziale in rapporto a tematiche sociali.

– Giorgia Losio

30 settembre – 9 ottobre 2016
Vienna Design Week
www.viennadesignweek.at

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giorgia Losio
Giorgia Losio, nata a Milano, è storica dell’arte e appassionata di design. Ha studiato storia dell’arte presso l’Università degli Studi di Milano e si è specializzata in storia e critica dell’arte contemporanea all’Université Sorbonne Paris-IV e in museologia e museografia all’École du Louvre. Ha collaborato alla realizzazione di progetti espositivi con istituzioni internazionali quali MACBA, Cittadellarte-Fondazione Pistoletto Biella, MAMAC Nizza, Pinacothèque de Paris, Palais de Tokyo Parigi, Le Fresnoy-Studio national des arts contemporains Tourcoing. Ha pubblicato articoli su Artribune, Exibart, Tema Celeste e Corriere della Sera.