Restyling per Palazzo del Tau. In attesa della grande mostra su Marino Marini e di Pistoia Capitale della Cultura

“Una rilevante manutenzione” Così Paolo Pedrazzini, Presidente della Fondazione Marino Marini annuncia gli interventi di restauro di Palazzo del Tau, sede dell’omonima fondazione dedicata allo scultore. In attesa della grande mostra che celebra Pistoia Capitale Italiana della Cultura

Palazzo del Tau, Pistoia
Palazzo del Tau, Pistoia

Sede trecentesca dell’ordine ospitaliero di Sant’Antonio Abate, attiguo alla chiesa che porta lo stesso nome, Palazzo del Tau a Pistoia oggi ospita la Fondazione dedicata allo scultore Marino Marini. In attesa della grande mostra che, il prossimo anno, celebrerà l’artista a Palazzo Fabroni e la città stessa come Capitale Italiana della Cultura, un imponente cantiere di restauro è stato avviato, per la sistemazione della facciata del palazzo.

UNA MANUTENZIONE STRAORDINARIA
“Non si tratta di interventi strutturali” – spiega Paolo Pedrazzini, Presidente della Fondazione – “ma di una rilevante manutenzione straordinaria, resa necessaria dal pericolo di caduta di intonaci e dalla desquamazione dei colori”.
“I lavori” stando alle parole della Direttrice della Fondazione Maria Teresa Tosi Sono in via di completamento” tanto da poter dire “che la facciata possa essere liberata dalle impalcature in tempi abbastanza brevi e comunque prima dell’autunno”: nessuna sorpresa tra le indagini preliminari e il restauro vero e proprio, ma una complessa serie di operazioni che hanno interessato l’intonaco, per via delle infiltrazioni di umidità, ma soprattutto le parti in pietra serena.

Palazzo del Tau durante le operazioni di restauro
Palazzo del Tau durante le operazioni di restauro

IL RESTAURO DELLA PIETRA SERENA
Queste ultime presentavano perdite di materiale, con un distacco notevole nel blocco finale del terrazzino e nella zona del portale che individua l’accesso alla caffetteria. Sul materiale lapideo, caratteristico dell’architettura toscana, è stato effettuato un intervento di consolidamento e sono state stese vernici protettive e traspiranti sulla superficie.
Così, il Palazzo del Tau, con la facciata risistemata, accoglierà i visitatori della collezione dedicata a Marini. La grande mostra sullo scultore, che aprirà a Palazzo Fabroni nel settembre 2017, presenterà al pubblico oltre 120 opere tra quelle di Marini e di altri artisti tra gli amici e quelli che furono fonte d’ispirazione, per fare tappa – successivamente – a Venezia, alla Peggy Guggenheim Collection, dove proprio una celebre opera di Marini – un cavaliere nudo a braccia aperte che pare un angelo – fa capolino sul Canal Grande.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.