Etna rêverie: residenza d’artista in Sicilia, in una casa vinicola sulle pendici del vulcano

Ideare, realizzare e installare opere site-specific a 850 metri d’altezza, sulle pendici dell’Etna. Per 2 settimane 5 artisti vivranno in residenza presso la casa vinicola Primaterra

Una veduta dei vigneti della tenuta Primaterra, Sicilia, 2016
Una veduta dei vigneti della tenuta Primaterra, Sicilia, 2016

Una residenza artistica lontana dai soliti circuiti dell’arte contemporanea, che invita gli artisti a confrontarsi con l’enologia e a risiedere per due settimane a 850 metri d’altezza, sulle pendici dell’Etna. Stiamo parlando del progetto Etna rêverie, promosso dalla casa vinicola Primaterra che – collocata in contrada Sciaranuova, nel comune di Passopisciaro, zona tra le più rinomate per la produzione di vini Etna DOC – ospiterà nella sua tenuta dall’1 al 30 agosto canecapovolto, Alessio de Girolamo, Giuseppe Lana, Filippo Leonardi e Loredana Longo per ideare, realizzare e installare opere site-specific intorno alla casa vinicola.

Loredana Longo con Camillo Privitera durante un sopralluogo
Loredana Longo con Camillo Privitera durante un sopralluogo

SENTIRE IL RESPIRO DELLA TERRA
Ad eccezione di Alessio de Girolamo, ligure ma milanese d’adozione, canecapovolto,  Giuseppe Lana, Filippo Leonardi e Loredana Longo sono tutti d’origine siciliana” – ha dichiarato in un’intervista su  Atp Diary il curatore del progetto Daniele Perra (nonché firma di Artribune) – “Conoscono il territorio, lo amano, con tutte le sue contraddizioni. Quindi i loro interventi non solo si confronteranno col territorio, ma anche con le loro origini, le loro esperienze vissute in quella terra, coi loro ricordi e fantasticherie (da qui il titolo rêverie)”. Studiare le caratteristiche dei vigneti, analizzare la struttura dei filari, ascoltare il respiro della terra e comprendere le trasformazioni del paesaggio eroso dalle eruzioni vulcaniche: sono questi i temi con cui si confronteranno gli artisti che dovranno restituirli sotto forma di installazioni ambientali, pensate ad hoc.

UNA SELEZIONE DI VINI PER OGNI OPERA
L’inaugurazione delle opere avverrà il 13 agosto, con un momento conviviale durante il quale il sommelier Camillo Privitera – produttore dei vini Primaterra – ne abbinerà una selezione, ispirandosi a ogni singolo lavoro. Mentre ancora prima – il 6 agosto – gli artisti incontreranno il pubblico per parlare dell’esperienza della residenza e per fare il punto sulle opere site-specific ancora in progress.

Etna rêverie
Le opere site-specific saranno visitabili dal 14 al 30 agosto.
Vini Primaterra
Contrada Sciaranuova Randazzo
Tel. 333 5815102
[email protected]
www.viniprimaterra.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.