Dai Red Hot Chili Peppers a PJ Harvey. In Polonia è tempo di Open’er Festival

Quattro giorni di musica, dal 29 giugno al 2 luglio. Gndynia, cittadina a nord della Polonia, si prepara a ricevere il festival musicale più atteso dell’estate polacca. Tra i nomi in programma Red Hot Chili Peppers, Pj Harvey e tantissimi altri

Open'er Festival 2015
Open'er Festival 2015

La Polonia si prepara all’evento musicale più atteso dell’anno. Si tratta dell’Open’er Festival, una quattro giorni di musica con alcuni tra gli artisti più acclamati della scena mondiale. Ospitato dalla città di Gdnynia, sulla costa baltica a nord del paese, il festival è attivo dal 2002, ed è stato premiato ben due volte (nel 2009 e nel 2010) come Best Major Festival agli European Festival Awards.
Provvisto di cinque palchi, diverse chillout zone e area campeggio, il festival ha proposto nelle precedenti edizioni line-up di tutto rispetto, crescendo di qualità e, di conseguenza, guadagnando popolarità anche oltre i confini polacchi. Tra gli artisti ospitati in passato: Blur, Pearl Jam, MGMT, Faith No More, Arctic Monkeys, Nick Cave and the Bad Seeds, Björk, New Order, The Libertines, Black Keys e moltissimi altri.

PJ Harvey
PJ Harvey

TUTTE LE GUEST STAR
A differenza dei grandi festival mondiali (Primavera Sound di Barcellona, Coachella Festival in California tra i tanti), spesso più vicini alla logica di un grande centro commerciale che di un festival musicale, con un’offerta smisurata di artisti, il programma dell’Open’er si concentra soprattutto sulla presenza di due/tre headliners al giorno, seguite da circa trenta gruppi spalmati sui vari plachi. Gli artisti più attesi per questa edizione sono senza dubbio Red Hot Chili Peppers e PJ Harvey, entrambi alle prese con la promozione dei loro rispettivi ultimi album. A seguire la rock band californiana e l’instancabile cantautrice inglese, ci saranno una manciata di gruppi, tra cui  Tame Impala, Foals, Caribou, LCD Soundsystem, Sigur Rós e Pharrell Williams.

Alex Urso

www.opener.pl

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Alex Urso
Artista e curatore. Diplomato in Pittura (Accademia di Belle Arti di Brera). Laureato in Lettere Moderne (Università di Macerata, Università di Bologna). Corsi di perfezionamento in Arts and Heritage Management (Università Bocconi) e Arts and Culture Strategy (Università della Pennsylvania). Tra le istituzioni con cui ha collaborato in questi anni: Zacheta - National Gallery of Art di Varsavia, Istituto Italiano di Cultura di Varsavia, Padiglione Polacco - 16. Mostra Internazionale di Architettura Biennale di Venezia, Fondazione Benetton (catalogo “Imagus Mundi”), Adam Mickiewicz Institute. Nel 2017 è stato curatore della “Biennale de La Biche”. Dal 2014 scrive di arte per Artribune. Sempre per Artribune cura “Fantagraphic”, la rubrica di fumetti del sito. Suoi articoli e testi critici sono apparsi su cataloghi e testate di settore nazionali e internazionali.