Italiani in trasferta: le spiagge metafisiche di Massimo Vitali alla Ronchini Gallery di Londra


Panoramiche su larga scala, colorate e abbacinanti scene di spiagge con varia umanità alle prese con il tempo libero. A Londra in una delle “italian gallery of Mayfair”

Massimo Vitali, Cala Mariolu Coda, 2014
Massimo Vitali, Cala Mariolu Coda, 2014

Con l’avvento della fotografia digitale e dell’iPhone, tutti possono diventare dei fotoreporter: questo per me è il modo più corretto di guardare la realtà oggi”. Ovvero con un approccio voyeuristico: così Massimo Vitali (Como, 1944) parlava in una recente intervista del suo lavoro fotografico: lavoro ora visibile nella sua prima personale nel Regno Unito da oltre 5 anni, presentata a Londra da una delle “italian gallery of Mayfair”, la Ronchini.
In mostra le ormai classiche panoramiche su larga scala, colorate e abbacinanti scene di spiagge con varia umanità alle prese con il tempo libero. “La spiaggia è un luogo simbolico dove si mescolano il meglio e il peggio dell’uomo, il banale e il sofisticato”, ha chiarito recentemente il fotografo. “Ogni volta che qualcuno mi chiede ‘Dov’è questo posto?’, sento che c’è qualcosa di sbagliato nelle mie foto”. Ancora pochi giorni per vedere tutto dal vivo nella mostra, che chiude il 18 giugno: per chi non avrà modo, c’è la nostra fotogallery…

– Massimo Mattioli

http://www.ronchinigallery.com/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.