A Bari, un calendario di dibattiti su arte contemporanea e cultura. E alla fine si valutano i relatori da 1 a 10

La Fondazione Corriere del Mezzogiorno lancia una nuova iniziativa per avvicinare il pubblico alla cultura. Un calendario di dibattiti con artisti, curatori, filosofi, antropologi, fisici e architetti. E alla fine gli studenti valutano i relatori…

Nanni Balestrini – “Tutto” in una volta - FM Centro per l’Arte Contemporanea, Milano 2016 - photo Virginia Garra - Achille Bonito Oliva
Nanni Balestrini – “Tutto” in una volta - FM Centro per l’Arte Contemporanea, Milano 2016 - photo Virginia Garra - Achille Bonito Oliva

Anche il Corriere del Mezzogiorno si dà all’arte contemporanea, con la sua Fondazione che sceglie le ricerche visive attuali come motore per avvicinare il grande pubblico alla cultura. Succede a Bari, dove nasce il progetto Quanto è contemporanea l’arte contemporanea? un’iniziativa in più puntate che mette insieme le forme del presente, scegliendo questioni particolarmente attuali, e attorno ad esse invita a dialogare esperti di arte e accanto ad antropologi, filosofi, architetti, fisici. L’obiettivo, nelle intenzioni della curatrice Marilena Di Tursi, è dimostrare quanto il sistema dell’arte contemporanea non sia autarchico ed estraneo a temi e problemi di altre discipline.

GLI APPUNTAMENTI E LA VALUTAZIONE FINALE
Molte le questioni individuate: la spettacolarizzazione e i new media, il multiculturalismo e le migrazioni in rapporto alla globalizzazione, la grande scommessa dell’ecosostenibilità e l’emergenza ambientale, le tecnologie e le neuroscienze. Primo appuntamento il 23 giugno con Gianluigi Colin e Marco Senaldi, in un cartellone che sceglie di lavorare sul “gioco delle coppie” per costruire stimolanti confronti. Seguono Marco Scotini, curatore, e l’architetto Mario Cucinella, mentre il 7 luglio saranno Achille Bonito Oliva e il filosofo Roberto Esposito a dibattere nell’“arena”. Chiude il ciclo, il 15 luglio, l’accoppiata Domenico Quaranta e Roberto Cingolani. Tutti gli appuntamenti mettono in mostra, nella sezione “Spot”, un video artista pugliese: Maia Marinelli, Niko Angiuli, Pamela Diamante. Se questi eventi saranno di successo o meno, infine, lo decideranno i giovani: due studenti saranno, infatti, i giudici finali assegnando voti ad ogni dibattito, da 1 a 10.

www.corrieredelmezzogiorno.corriere.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.