30 milioni di arte contemporanea in fumo: un incendio distrugge la collezione dell’artista Rosemarie Trockel in Germania

Stando a quanto riportato dal Kölnische Rundschau, lo scorso lunedì 2 maggio la residenza a Colonia della celebre artista tedesca Rosemarie Trockel (Schwerte, 1952) è stata colpita da un incendio, che avrebbe distrutto – o danneggiato in modo significativo – alcune opere della sua collezione personale, tra cui un lavoro di Andy Warhol e naturalmente […]

Rosemarie Trockel - Flagrant Delight - veduta della mostra presso Museion, Bolzano 2013 - photo Othmar Seehauser

Stando a quanto riportato dal Kölnische Rundschau, lo scorso lunedì 2 maggio la residenza a Colonia della celebre artista tedesca Rosemarie Trockel (Schwerte, 1952) è stata colpita da un incendio, che avrebbe distrutto – o danneggiato in modo significativo – alcune opere della sua collezione personale, tra cui un lavoro di Andy Warhol e naturalmente sue opere. Il rogo avrebbe bruciato completamente almeno una stanza del seminterrato della villa nell’area di Hahnwald; proprio al piano più basso della residenza si trovavano custodite gran parte delle opere, per un danno stimato di circa 30 milioni di euro.

UN INCENDIO DI NATURA ANCORA IGNOTA
Restano ancora da chiarire le cause dell’incendio, che da una prima ricognizione sembra sia stato causato da un guasto elettrico, forse a un frigorifero. Fortunatamente, la Trockel si trovava in viaggio, come ha confermato un portavoce della Sprüth Magers, la galleria della Trockel, che anzi rassicura: “Siamo sollevati che nessuno sia rimasto ferito“.
Niente dichiarazioni, invece, sul numero e l’identità delle opere andate perse, oltre che sui danni riportati dalla stessa residenza: le fiamme sono state circoscritte, ma i fumi dell’incendio hanno interessato – e danneggiato – molte altre parti della villa. Rosemarie Trockel è tra le figure più eminenti del panorama culturale internazionale. Ha studiato a Colonia, subendo l’influenza, come molti artisti di Joseph Beuys ed è emersa in un ambiente culturale dominato da “maschi superstar” come Anselm Kiefer o Sigmar Polke. Ha partecipato a documenta nel 1997 in collaborazione con Carsten Holler che allora era il suo compagno ed è stata oggetto di una personale al MoMA di New York. Le sue opere, le famose tele lavorate a maglia, sono state recentemente battute in asta per un valore di 5 milioni di dollari, da Sotheby’s a New York.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.