Gian Maria Tosatti fra i 30 giovani artisti più interessanti del mondo. Parola della rivista inglese Art Review: l’ha segnalato il critico Mike Watson

I 30 giovani artisti più interessanti del mondo, quelli “da seguire”? Ce li dice Art Review, già famosa per la sua Top100 che racconta le Very Important Persons del mondo dell’arte, le più influenti, le più potenti. A marzo, annunciata da un articolo di Florian Meisenberg, esce la consueta guida degli artisti da tenere d’occhio, […]

Gian Maria Tosatti
Gian Maria Tosatti

I 30 giovani artisti più interessanti del mondo, quelli “da seguire”? Ce li dice Art Review, già famosa per la sua Top100 che racconta le Very Important Persons del mondo dell’arte, le più influenti, le più potenti. A marzo, annunciata da un articolo di Florian Meisenberg, esce la consueta guida degli artisti da tenere d’occhio, coloro che saranno protagonisti dell’agenda dell’arte del domani. No Past, No Future, si legge sulle pagine della rivista inglese, nell’ambito della famosa rubrica Futures Great, una selezione condotta da esperti internazionali, critici e curatori. Il nuovo diventa il presente, individuando nelle scelte dei selectors una linea comune, che mette al centro il ruolo sociale dell’arte e la sua importanza nel racconto dell’oggi.
Chi sono i 30? Jarbas Lopes, selezionato da Fernanda Gomes; Robert Davis selezionato da Rashid Johnson; Pia Camil, per Gabriela Jauregui; Maeve Brennan, voluto da Phillip Lai; Vicky Wright, chiamata da J.J. Charlesworth; Ayesha Sultana, per Maria Lind; Anne Imhof, per Laura McLean-Ferris; Ádám Kokesch, per by Dóra Maurer; Asim Waqif, selezionato da Dieter Roelstraete; Rodrigo Hernández, chiamato in causa da Chris Sharp;Oscar Neuestern da Mario García Torres; Bùi Công Khánh voluto da Zoe Butt; Rachelle Sawatsky, da tenere d’occhio per Andrew Berardini; Delcy Morelos, futures great per Lucas Ospina; Senzeni Mthwakazi Marasela, per Koyo Kouoh; Ma Qiusha, voluta da Song Dong; Kathryn Elkin, segnalata da Fatoş Üstek; Mia Feuer, indicata da Graham Harman; Cyrill Lachauer, per Bonaventure Soh Bejeng Ndikung; Nikita Kadan, indicata da Oliver Basciano; Yan Xing per Aimee Lin; Ayrson Heráclito, selezionato da Adriano Pedrosa. E per l’Italia? Gian Maria Tosatti, scelto da Mike Watson, critico, curatore e giornalista.

– Santa Nastro

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.

2 COMMENTS

Comments are closed.