Facebook e l’arte, la catena del momento. Parte tra gli utenti uno scambio virale di opere e artisti. Pioggia di immagini, per il gioco dei social art-addict

È la classica catena di Sant’Antonio, ma in versione social ed in chiave culturale. Non il solito passatempo sciocco, insomma. Stavolta di mezzo c’è l’arte. E nonostante questo profilo specifico, che qualcuno potrebbe pensare più da appassionati o addetti ai lavori, tra gli utenti facebook è diventato il tormentone del momento. Parliamo del gioco nato […]

Facebook, il gioco dell'arte

È la classica catena di Sant’Antonio, ma in versione social ed in chiave culturale. Non il solito passatempo sciocco, insomma. Stavolta di mezzo c’è l’arte. E nonostante questo profilo specifico, che qualcuno potrebbe pensare più da appassionati o addetti ai lavori, tra gli utenti facebook è diventato il tormentone del momento. Parliamo del gioco nato “per mantenere viva l’arte”, come recita il piccolo testo condiviso su centinaia di bacheche. Un gioco costruito per far girare il maggior numero possibile di immagini, con la tecnica del passaparola: io ti assegno un autore, tu scegli e pubblichi una sua opera, con didascalia e breve commento, e a chi risponde con un I Like restituisci il favore. E daccapo: assegnare, scegliere, pubblicare e così via, all’infinito. Il risultato? I diari di tantissimi curiosi, professionisti e amanti del bello, cominciano a saturarsi di dipinti, sculture, installazioni, architetture, in un mix accelerato di autori, epoche, stili, dal Parmigianino ai fratelli Chapman, passando per Tatlin o per i più popolari Andy Warhol e Basquiat.
Contagioso, virale, divertente, per una volta un modo per parlarsi in leggerezza scambiandosi qualcosa di prezioso. Con l’opportunità di inciampare in nomi assolutamente nuovi, da cercarsi su google e da iniziare a scoprire. Il gioco dell’arte è in circolazione da un po’ di giorni e la mania non accenna a scemare. E chissà che non contagi presto anche altri social netowrk…

Helga Marsala

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critica d'arte, giornalista, editorialista culturale e curatrice. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma, dove è stata anche responsabile dell'ufficio comunicazione. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatorice dell’Archivio S.A.C.S (Sportello Artisti Contemporanei Siciliani) presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali. Dal 2018 al 2020 ha lavorato come Consulente per la Cultura del Presidente della Regione Siciliana e dell'Assessore dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana.