Milano Updates: tre chilometri di filo di ferro, in un loft. Allo spazio Vhernier arriva la Sessione Primaverile di Davide Dormino, che la racconta in video per Artribune…

La location, oltre che bellissima e affascinante, è decisamente uno dei fulcri della contemporaneità meneghina. Spazio legato al brand del lusso Vhernier, il loft è stato prestato all’Associazione Acacia che ci ha impiantato la propria sede dal collezionista e mecenate Carlo Traglio, fondatore dell’azienda e vicepresidente della stessa Acacia. E per questi giorni di Miart, […]

La location, oltre che bellissima e affascinante, è decisamente uno dei fulcri della contemporaneità meneghina. Spazio legato al brand del lusso Vhernier, il loft è stato prestato all’Associazione Acacia che ci ha impiantato la propria sede dal collezionista e mecenate Carlo Traglio, fondatore dell’azienda e vicepresidente della stessa Acacia. E per questi giorni di Miart, Traglio – assieme al curatore Milovan Farronato – vi ospita Sessione Primaverile, una personale dello scultore Davide Dormino strutturata su tre progetti site specific.

Si tratta di una scultura alta 3 metri e mezzo composta da tre chiodi in gesso, di un “sistema nervoso” – serie già nota dell’artista – realizzato utilizzando 3 km di filo di ferro, e di una sorta di foglio di marmo. L’inaugurazione è fissata per il 13 aprile, alle 19: ma Artribune è in grado di offrirvi una preziosissima anteprima, con le opere raccontate in video dalla viva voce di Dormino…

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.