Il dietro le quinte delle mostre. Un blog colleziona fotografie delle opere in fase di allestimento. Dalla Gioconda a Damien Hirst

Installazioni spettacolari fotografate ancora in progress, come quella di Cai Guo Qiang al Guggenheim o di Carsten Holler al New Museum, ma anche quadri in attesa di essere appesi, operai al lavoro, artisti e curatori alle prese con le dure decisioni dell’allestimento. O, ancora, opere celeberrime riprese nell’attimo in cui escono dai loro accuratissimi imballaggi. […]

Uno degli spot paintings di Damien Hirst arriva a Chelsea

Installazioni spettacolari fotografate ancora in progress, come quella di Cai Guo Qiang al Guggenheim o di Carsten Holler al New Museum, ma anche quadri in attesa di essere appesi, operai al lavoro, artisti e curatori alle prese con le dure decisioni dell’allestimento. O, ancora, opere celeberrime riprese nell’attimo in cui escono dai loro accuratissimi imballaggi. Tutto il making-of delle mostre d’arte, insomma, viene raccontato in un Tumblr blog dal buffo titolo Wrapit-Tapeit-Walkit-Placeit, cioè “incartalo, scotchalo, trasportalo e posizionalo”.
Un sito consigliatissimo per tutti gli appassionati d’arte – e non solo per gli addetti ai lavori – che aiuta a scoprire un lato poco conosciuto ma fondamentale per capire cosa si nasconde dietro le quinte di mostre e musei. Non mancano delle chicche dal passato, come il ritratto di Marcel Duchamp che controlla una sua opera prima dell’allestimento o come l’eccezionale scatto che immortala il momento in cui la Gioconda viene sballata al Louvre, appena tornata dopo la Seconda Guerra Mondiale.

– Valentina Tanni

installator.tumblr.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tanni è storica dell’arte, curatrice e docente; la sua ricerca è incentrata sul rapporto tra arte e tecnologia, con particolare attenzione alle culture del web. Insegna Digital Art al Politecnico di Milano e Culture Digitali alla Naba – Nuova Accademia di Belle Arti di Roma. Ha pubblicato “Random. Navigando contro mano, alla scoperta dell’arte in rete” (Link editions, 2011) e “Memestetica. Il settembre eterno dell’arte” (Nero, 2020). Collabora con la redazione di Artribune dalla sua fondazione.