L’arte fuori dal tunnel. Alle Cinque Terre quattro gallerie ferroviarie in disuso diventano l’art gallery più lunga del mondo

Quattro gallerie ferroviarie in disuso, restaurate e pedonalizzate, che corrono a picco sul mare, mettendo in collegamento le cittadine di Levanto e Bonassola, a ridosso delle Cinque Terre. Che diventano uno spazio espositivo unico al mondo, due chilometri e mezzo d’arte. È la Tunnel Gallery, che debutta quest’anno – fra il 20 e il 31 […]

Quattro gallerie ferroviarie in disuso, restaurate e pedonalizzate, che corrono a picco sul mare, mettendo in collegamento le cittadine di Levanto e Bonassola, a ridosso delle Cinque Terre. Che diventano uno spazio espositivo unico al mondo, due chilometri e mezzo d’arte.
È la Tunnel Gallery, che debutta quest’anno – fra il 20 e il 31 luglio – con una nuova sezione Arte, Cinema, Architettura nell’ambito dell’VIII edizione del Laurafilmfestival. Le sezioni, in realtà, curate rispettivamente da Francesca Franco – installazioni site specific, mostra Generazioni a confronto, concorso Video arte, sezione Luoghi e persone -, Roberto Giannarelli, Pierpaolo Andriani e Bruno Garbuglia – concorso cortometraggi, rassegna di film, documentario sulla storia delle ferrovie – e Matteo Clemente con la collaborazione di Carmen Andriani, per il concorso Ri_Utilizzare, Re_Cuperare Ri_Nnovare.
Una nuova affascinante attrattiva per i tanti artlovers che scelgono le Cinque Terre per le vacanze, una location inusuale e carica di memorie, dove vedere alla prova i tanti artisti coinvolti nelle diverse sezioni, da Mariagrazia Pontormo a Carlo Bernardini, da Pino Modica a confronto con Lapo Simeoni, a Laura Mergoni, con il parigino Groupe De Recherches Artistiques en Appartements.

www.laurafilmfestival.com


Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.