La chiusura forzata dei musei ha costretto a ripensare le modalità di fruizione di questi luoghi e delle loro opere.
Il Museo storico-culturale della Provincia di Bolzano Castel Tirolo ha pensato bene di ovviare a questo ostacolo in maniera del tutto originale: per rendere a tutti accessibile la mostra “L’Arte può. Excursus su atteggiamenti artistici contemporanei”, in corso fino al 6 giugno, il museo ha ideato visite guidate con avatar dalle sembianze umane.
In attesa della riapertura delle sue sale, è possibile così scoprire le 12 opere che compongono l’esposizione e interagire con esse. Ciascuna rappresenta infatti una postazione in cui l’avatar sarà guidato a toccare, a compiere azioni specifiche, a provare e a sentire emozioni in un dialogo costante con gli altri visitatori.
La mostra, cofinanziata dalla Comunità Europea con Erasmus+, intende essere infatti una piattaforma di mediazione ed apprendimento tra arti visive e performative, musica e letteratura, punto di incontro per artisti provenienti dal Liechtenstein, dalla Germania, dall’Austria e dall’Italia.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.