Raven Kwok (Shanghai, 1989) è un artista cinese noto per la sua ricerca sulle potenzialità generative del codice informatico. I suoi video e le sue installazioni esplorano l’estetica delle immagini prodotte tramite algoritmo esaltando la bellezza della proliferazione geometrica e sfruttando la generazione quasi biologica delle forme.
In questo video vediamo la documentazione del suo ultimo lavoro, un’installazione immersiva dal titolo 1194D^3 che fa parte di una serie di “creature algoritmiche” basate sulla regola matematica della suddivisione finita: a partire da un poligono – in questo caso un tetraedro – viene operata una divisione ricorsiva in parti sempre più piccole. Il risultato è una sinfonia visiva coinvolgente e ipnotica, che avvolge lo spettatore da ogni lato e lo trasporta, anche grazie alla colonna sonora, in un universo parallelo fatto solo di forme e colori.

www.ravenkwok.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tanni è storica dell'arte, curatrice e docente. Insegna Digital Art al Politecnico di Milano e Culture Digitali alla Naba. Nuova Accademia di Belle Arti di Roma. La sua ricerca è incentrata sul rapporto tra arte e nuove tecnologie, con particolare attenzione alle culture del web. Nel 2001 ha fondato Random Magazine, uno dei primi magazine online dedicati alla Net Art, ed è tra i membri fondatori delle riviste d’arte contemporanea Exibart e Artribune. Ha curato numerose mostre in musei e gallerie, tra cui “Netizens”, “L’oading. Videogiochi Geneticamente Modificati”, “Maps and Legends. When Photography Met the Web”, “Eternal September” e “Stop an Go. The Art of Animated Gifs”. È stata curatore ospite di FotoGrafia. Festival Internazionale di Roma per la sezione “Fotografia e Nuovi Media” e ha lavorato come docente per numerose istituzioni pubbliche e private (Università di Roma La Sapienza, LUISS, Istituto Europeo di Design, Fondazione Moderna Arti Visive).