Secondo appuntamento espositivo a Modena per la serie di mostre ideata da Luca Panaro e Fulvio Chimento. Effimera, che quest’anno porta il sottotitolo Suoni, luci, visioni, occupa gli spazi dell’Ex Manifattura Tabacchi con le opere di tre artisti di generazioni differenti: Carlo Bernardini (Viterbo, 1966), Sarah Ciracì (Grottaglie, 1972) e Roberto Pugliese (Napoli, 1982). Il filo conduttore del progetto, che accomuna questa mostra a quella omonima dello scorso anno, è il processo di progressiva smaterializzazione dell’opera d’arte, una tendenza resa molto evidente dall’avvento delle nuove tecnologie. Come sottolinea Fabio Cavallucci nel video che vi proponiamo, se la prima edizione si concentrava in maniera particolare sul web, con opere di artisti come Carlo Zanni, Diego Zuelli ed Eva e Franco Mattes, questa volta si recupera una dimensione più fisica, indagando il rapporto dell’opera con lo spazio, la luce e il suono.

Evento correlato
Nome eventoEffimera - Bernardini | Ciracì | Pugliese
Vernissage18/03/2017 ore 18
Duratadal 18/03/2017 al 07/05/2017
AutoriCarlo Bernardini, Sarah Ciracì, Roberto Pugliese
CuratoriLuca Panaro, Fulvio Chimento
Generiarte contemporanea, collettiva
Spazio espositivoMATA - MANIFATTURA TABACCHI MODENA
Indirizzovia della Manifattura dei Tabacchi 83 - Modena - Emilia-Romagna
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tanni (Roma, 1976) è critica d’arte, curatrice e docente. Si interessa principalmente di new media art e di editoria multimediale. Ha curato numerose mostre, tra cui: la sezione di Net Art di “Media Connection” (Roma e Milano, 2001), le collettive “Netizens” (Roma, 2002) e “L’oading. Videogiochi Geneticamente Modificati” (Siracusa, 2003), “Maps and Legends. When Photography Met the Web” (Roma, 2010), “Datascapes” (Roma, 2011) e “Hit the Crowd. Photography in the Age of Crowdsourcing” (Roma, 2012), “Nothing to see here” (Milano, 2013), “Eternal September. The Rise of Amateur Culture” (Lubiana, 2014), “Stop and Go. L'arte delle gif animate” (Roma, 2016, Lubiana 2017). Ha collaborato con i festival di arti digitali Interferenze e Peam ed è stata curatore ospite di FotoGrafia. Festival Internazionale di Roma per la sezione “Fotografia e Nuovi Media” (edizioni 2010-2012). Ha scritto per testate nazionali e internazionali e lavorato come docente per istituzioni pubbliche e private. Attualmente insegna Digital Art al Politecnico di Milano. Dal 2011 collabora con Artribune.