Si chiama ABC of Death l’ultimo spot che la casa automobilistica Volvo ha commissionato al duo di registi Dorian Lebherz e Daniel Titz della Filmakademie Baden-Württemberg. Il filmato, che sfoggia una buona dose di humor nero e si ispira al famoso libro illustrato The Gashlycrumb Tinies di Edward Gorey, è stato rilasciato, non caso, in prossimità di Halloween. Una filastrocca elenca le lettere dell’alfabeto enumerando le diverse cause di morte dei protagonisti: da Amber che finisce sotto l’autobus a Freddy che muore di infarto mentre è al volante. La sua macchina però, è una Volvo, e grazie al sistema di guida automatico, frena prima di investire Gary, che attraversa la strada in quel momento e sarebbe stato la settima vittima.
Intervistati dalla rivista AdFreak, i due registi non hanno nascosto la sorpresa di vedere accettato il proprio script per la pubblicità: “Abbiamo contattato la Volvo per avere informazioni su alcuni dei loro nuovi modelli. Sapevamo che con quella sceneggiatura sarebbe stato molto difficile convincerli a collaborare. E siamo stati molto sorpresi quando hanno accettato.

– Valentina Tanni

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tanni è storica dell’arte, curatrice e docente; la sua ricerca è incentrata sul rapporto tra arte e tecnologia, con particolare attenzione alle culture del web. Insegna Digital Art al Politecnico di Milano e Culture Digitali alla Naba – Nuova Accademia di Belle Arti di Roma. Ha pubblicato “Random. Navigando contro mano, alla scoperta dell’arte in rete” (Link editions, 2011) e “Memestetica. Il settembre eterno dell’arte” (Nero, 2020). Collabora con la redazione di Artribune dalla sua fondazione.