Gli attimi di Ariadne Sevgi Avkiran. Nei pressi di Bolzano

Fié allo Sciliar, Galleria – fino al 12 giugno 2016. L’arte sensoriale di Ariadne Sevgi Avkiran va in scena in Trentino-Alto Adige. Dando vita a maschere scultoree che testimoniano la fugacità di un incontro.

Ariadne Sevgi Avkiran– Momente - Galleria Fié allo Sciliar, 2016
Ariadne Sevgi Avkiran – Momente - Galleria Fié allo Sciliar, 2016

Gli attimi di incontro con le persone lasciano nella memoria di Ariadne Sevgi Avkiran (Vienna, 1991) percezioni distinte. La sua mente assomma e rielabora gli attimi, si guarda allo specchio e rilegge, ogni volta, il proprio volto modificatosi dagli incontri avvenuti. Il racconto di Ariadne è arte tattile, che si può osservare e si può toccare. Il progetto visuale incontra il calco del suo volto, prodotto in gesso, al quale applica materiali eterogenei: garze, cera, cemento, stoffe, foglie, rami. L’incontro dura qualche attimo, mentre il lavoro scultoreo alcuni giorni. Scorrendo i lavori di Ariadne Sevgi Avkiran ci si imbatte nelle maschere, eteree nella forma del viso dell’artista e plastiche nei materiali, che riconducono alla memoria degli incontri. Si percepisce l’aura intrisa di quegli attimi trascorsi. Uno specchio colpisce il nostro sguardo e riflette il nostro volto, modificato e riletto dalla memoria degli incontri avvenuti e divenuti tangibili.

Valeria Nicolis

Fié allo Sciliar // fino al 12 giugno 2016
Ariadne Sevgi Avkiran – Momente / Attimi

GALLERIA FIÈ
www.gemeinde.voels.bz.it
www.ariadneavkiran.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI