La parodia della quotidianità. Lorenzo Scotto di Luzio a Roma

Galleria T293, Roma – fino al 26 marzo 2016. L’artista napoletano inaugura, con la sua personale, la nuova sede della galleria a Roma. Un ex laboratorio industriale di 400 mq nell’area più quieta di Trastevere.

Lorenzo Scotto di Luzio, Untitled, 2016 - photo Ilan Zarantonello, OKNO studio
Lorenzo Scotto di Luzio, Untitled, 2016 - photo Ilan Zarantonello, OKNO studio

Alti e snelli fantocci stilizzati, formati da barre di alluminio e palloni da basket, si presentano allo spettatore in un’azione drammatica: l’uno sta per infliggere un colpo d’arma all’altro, inginocchiato a implorare clemenza. Stick Man Kills Stick Man è una messa in scena che ammicca alle quotidiane esecuzioni. La mostra Basteln ­– “fare bricolage” – presenta i nuovi lavori di Lorenzo Scotto di Luzio (Napoli, 1972), nati dall’assemblaggio di oggetti, forme e materiali.
La serie dei ritratti è una parodia delle nostre condotte nel quotidiano. I volti sono oggetti sferici e ortaggi: faccine buffe, beffarde, espressive e goliardicamente caratterizzate.  Una denuncia di atteggiamenti beceri e meschini e di insulsi ideali alla quale la società erroneamente tende: desiderio di possesso, conflitto, decadimento. In un’opposizione netta tra forma e contenuto.

Martina Adami

Roma // fino al 26 marzo 2016
Lorenzo Scotto di Luzio – Basteln
T293
Via Ripense 6
06 88980475

[email protected]
www.t293.it

MORE INFO:
https://www.artribune.com/dettaglio/evento/51357/lorenzo-scotto-di-luzio-basteln/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Martina Adami
Critica e curatrice, vive e lavora a Roma. Ha collaborato con l’Istituto Nazionale per la Grafica alla digitalizzazione e archiviazione della collezione video, nonché alla realizzazione di diverse mostre. Nel 2011 è stata corrispondente da Londra per: Exibart, Exibart International e Inside Art. Attualmente collabora con diverse riviste di settore e scrive per il blog CasaNoi curando la sezione “Arte e architettura” e “Arredamento e fai da te”.