Fallimenti epici nella Valle dei Templi. Alterazioni Video ad Agrigento

Parco dei Templi, Agrigento – fino al 19 settembre 2014. Ultime ore per visitare la mostra del collettivo Alterazioni Video. Nata da due settimane di residenza, tra fusioni in giardino sotto il sole di luglio, tecniche di granulazione su alture inconsuete e… simulazioni di guida in sala giochi.

Alterazioni Video - Epic Fail - Parco dei Templi, Agrigento 2014 - photo di Carmelo Alaimo

Il fascino dell’incompiuto, inteso dagli scultori impressionisti come materia in divenire e sinonimo di trasformazione, non è poi un’idea così lontana dall’analitica ricerca che Alterazioni Video ha portato avanti con l’Incompiuto Siciliano. Il progetto, iniziato nel 2006, accoglie la decadente rovina delle architetture pubbliche incompiute, per una conseguente rilettura che ne afferma un nuovo valore artistico. Ed è propriolo scarto e l’azione di reinserimento che crea un circuito in cui la leggerezza di approccio, derivata dalla condivisione e dal confronto tra i membri del gruppo, si arricchisce di continue visioni, producendo prospettive inedite.
Si chiama Epic Fail il progetto di Alterazioni Video di cui rimarrà traccia permanentemente nel Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi. Il collettivo è stato ospitato ad Agrigento su invito di Giusi Diana per il terzo appuntamento di Divinazioni/Divinations, programma di residenze d’artista ideato dalla stessa curatrice.

Alterazioni Video - Epic Fail - Parco dei Templi, Agrigento 2014 - photo di Carmelo Alaimo
Alterazioni Video – Epic Fail – Parco dei Templi, Agrigento 2014 – photo di Carmelo Alaimo

Un lancio di frecce a bersagli sparsi sottolinea l’impostazione procedurale irrazionale e in divenire; nessun colpo fallito però, come anticipato dal nome.  L’operazione ha trovato la sua genesi non solo nelle passeggiate pomeridiane insieme a Wolfgang Staehle, con un libro di Nietzschesottobraccio, ma anche da fonti autonome e condivise nel web che sono servite ad approfondire una tecnica utilizzata da loro per la prima volta: la fusione dell’alluminio, un materiale di scarto derivato dalla lavorazione degli infissi fornito da una ditta locale. Un dialogo aberrante con il contesto che si confonde sotto i piedi, simulando i resti di una vita consumata, in un continuo flusso dove tutto scorre.

Donatella Giordano

Agrigento // fino al 19 settembre 2014
Alterazioni Video – Epic Fail
a cura di Giusi Diana
PARCO ARCHEOLOGICO E PAESAGGISTICO DELLA VALLE DEI TEMPLI
Via panoramica dei Templi Agrigento
0922 621611
[email protected]

www.parcodeitempli.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Donatella Giordano
Nata in Sicilia, vive a Roma dal 2001. Ha studiato presso l’Accademia di Belle Arti di Roma, dove nel 2006 ha conseguito il diploma di laurea con una tesi che approfondiva la nascita dei primi happening e delle azioni performative viennesi degli anni Sessanta, fino alle controverse ricerche della Body Art degli anni Novanta. Un lavoro che ha poi portato avanti con integrazioni o interviste pubblicate, come quelle rilasciate da Stelarc, Orlan e Franko B. Dopo aver conseguito l'abilitazione, dal 2008 insegna Storia dell'Arte e Disegno in una scuola pubblica. Nell'ambito del progetto 100% Periferia ha curato mostre al Palazzo delle Esposizioni di Roma, Scuderie Aldobrandini di Frascati, Farm Cultural Park di Favara, Metropoliz di Roma. Nel 2012 ha curato la prima edizione del Digital Live della Fondazione Romaeuropa, inaugurando la sezione "Talks". Nel 2013 è stata Assistant Curator per il progetto "Joan of Art: Towards a Free Education" presso il Macro di Roma e la Gervasuti Foundation di Venezia. Ha pubblicato il catalogo “Quadratonomade, opere d’arte in scatola per un museo itinerante” edito da Gangemi. Nel 2020 ha co-curato una mostra al Museo Carlo Bilotti di Roma. Scrive per Artribune dal 2014, dove dal mese di aprile 2020 ha inaugurato la sezione Podcast con la rubrica "Monologhi al Telefono".