Grattacieli come macerie. Tra Venezia, Milano e Torino

Ci va giù pesante, Mirko Smerdel, nella sua valutazione di certa architettura contemporanea. Dal cantiere all’Isola di Milano, in mostra a Torino e a Venezia. In Laguna, da Jarach, un allestimento asciutto che valorizza appieno fotografie e graffiti. Fino a domenica.

Mirko Smerdel - She’s lost control - veduta della mostra presso la Jarach Gallery, Venezia 2012 - photo Claudia Rossini

Jacopo Jarach propone la personale di Mirko Smerdel (Prato, 1978; vive a Milano) rigorosamente con un’unica opera, una serie di trenta immagini intitolata I vostri grattacieli, esposta in contemporanea nella mostra dei giovani curatori della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino. Ma in Laguna l’opera è allestita in una maniera austera e inattesa: le fotografie stampate come poster e appese a fili in acciaio stesi tra le lunghe pareti, a disegnare una struttura a prima vista casuale, riprendendo il discorso critico dell’artista sulle gravi responsabilità dell’architettura per la società. She’s lost control è infatti il titolo della mostra, e “I vostri grattacieli sono macerie ancora prima di essere costruiti” è la sentenza senza appello e profezia minacciosa che l’artista prende da una frase graffita sui muri del discusso cantiere Isola di Milano, e che appone ripetuta su fotografie d’epoca e progetti utopici di grattacieli, a rimarcarne la certezza.

Claudia Rossini

Venezia // fino al 28 luglio 2012
Mirko Smerdel – She’s lost control
JARACH GALLERY
Campo San Fantin – San Marco 1997
041 5221938
[email protected]
www.jarachgallery.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Rossini
Claudia Rossini (1986), artista sotto lo pseudonimo di Yamada Hanako. Vive e lavora a Venezia, non per scelta ma per necessità dell'anima. La sua attività principale e piacere è guardare: fuori dalla finestra, per strada, attraverso lo schermo del computer. Quando ha guardato qualcosa di interessante la fotografa e ne scrive, a servizio dello sguardo altrui. E questo vale anche per le mostre.