Cit ma bôn

Secondo ciclo per “Greater Torino”. Quando territorio fa rima con osservatorio. Ludovica Carbotta e Manuele Cerutti alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo.

Greater Torino #2 - veduta della mostra presso la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino 2011

Ludovica Carbotta (Torino, 1982) e Manuele Cerutti (Torino, 1976) sono la seconda coppia di artisti di Greater Torino, la rassegna made in Fondazione Sandretto che propone “i più grandi” tra i giovani che operano sul territorio. Mezzi espressivi diversi – la pratica dell’installazione per Carbotta e la pittura per Cerutti – che insieme raccolgono segni e impronte, a volte presenti come aloni, depositati durante la creazione. Le opere fanno riferimento a una grammatica plastica e visiva che, composta da codici e regole, ridefinisce costantemente il mezzo scelto. Mentre Carbotta “mette in scena”, secondo una visione scenotecnica teatrale, dispositivi, marchingegni e sagome in cartone – che in questo caso disegnano il vuoto stradale che raccorda due palazzi in città –, Cerutti dà vita a raffinate narrazioni in cui, tra sovrapposizioni di gesti e ripensamenti pittorici, compare la figura del riguardante.

Claudio Cravero

Torino // fino all’8 maggio 2011
Greater Torino #2
a cura di Irene Calderoni e Maria Teresa Roberto
www.fondsrr.org

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudio Cravero
Claudio Cravero (Torino, 1977). Curatore di base a Dubai, dal 2014 al 2018 è direttore artistico della sezione contemporanea del Museo King Abdulaziz Center in Arabia Saudita. La sua ricerca indaga l’arte contemporanea quale forma di resistenza contro la censura pubblica nell’area del Golfo e del Medio Oriente. Dal 2008 al 2014 è co-direttore artistico presso il PAV-Centro Sperimentale d’Arte Contemporanea di Torino dove, con Piero Gilardi, si è occupato di ecologia culturale e socially engaged art. Nel 2014 è curatore di Onufri Prize, promosso dalla National Gallery of Fine Arts di Tirana, Albania. Ha inoltre collaborato con il Castello di Rivoli, Museo d’Arte Contemporanea (2004-2006) e con la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino (2002-2004). È membro di comitati di giuria internazionali (Coal e Domaine de Chamarande, entrambi a Parigi) ed è lecturer e coordinatore del Master in Curatorial Practice presso lo IED di Venezia. È infine autore di saggi raccolti in diversi cataloghi e articoli pubblicati su art magazine e blog (Artribune, Roma; Sleek Magazine, Berlino; Freemuse, Copenaghen).

2 COMMENTS

Comments are closed.