Altaroma: l’edizione estiva è agli Studi di Cinecittà. Ma sempre più phygital

Dal 7 al 10 luglio, la Capitale torna a vestirsi di moda. Lo fa dagli storici spazi cinematografici che hanno ospitato i set di pellicole cult. Sfilate virtuali e dal vivo, talk show, la 17esima edizione del concorso “Who Is On Next?” per premiare i talenti. Non mancheranno il progetto “Showcase” e i final work delle Accademie, tra mostre d’arte orafa e fashion film d’autore.

Altaroma
Altaroma

Altaroma ai binari di partenza. La kermesse dedicata al fashion torna nella Capitale con l’edizione estiva dal vivo e in rete. Dopo il successo dello scorso febbraio anche grazie alla piattaforma “Digital Runway”, l’opening in sicurezza per svelare i nuovi trend, regalerà una grande opportunità in termini di visibilità ai talenti che sfileranno in passerella dagli Studi di Cinecittà. Quattro giorni, dal 7 al 10 luglio, e un calendario fitto di appuntamenti. Non mancheranno le mostre e i talk. Si pensa al futuro grazie a “Showcase”, il consolidato format che, fortemente voluto dalla presidente Silvia Venturini Fendi, genera una connessione tra buyer e brand emergenti mediante l’esposizione delle creazioni scelte da un team di esperti.

Monica Campri Beach Couture credits Ph. Valerio Polici
Monica Campri Beach Couture credits Ph. Valerio Polici

FASHION FILM E FINAL WORK DELLE ACCADEMIE 

Si inizia mercoledì 7 in via Margutta, la celebre strada abitata da pittori e scultori dove Pablo Picasso ebbe il suo studio: “Creative District”, idea curata da Antonio Falanga e Grazia Marino, coinvolgerà le realtà artigiane Roberta Baiardi, Vittoria Roma, Mafalda Marra e Francesca Laragione Bags Handmade. Il primo giorno è il turno delle scuole. In streaming ci saranno i progetti filmici e i final work degli studenti delle accademie Koefia, Costume & Moda, Maiani e Belle Arti di Roma, diretta da Cecilia Casorati, che lancia  “Self-portraits”. Immagini oniriche in equilibrio. I ragazzi ci mostrano lavori colti, socialmente impegnati con tematiche sensibili, consapevoli dell’impatto ambientale e di come affrontare la sostenibilità. Sedici ritratti per una visione aperta e disinvolta sulla fluidità di genere senza retorica, ma con pragmatismo e innovazione. Forte l’attenzione all’alta sartoria, che attinge dalle antiche tecniche del ricamo e dall’uncinetto, spiega la curatrice e docente Sara Chiarugi. Uno storytelling visivo variegato che si spinge verso mood ricchi di significato e valore, di messaggi visionari che consentono di sognare ancora e, talvolta, riflettere. Permeabili alle diverse atmosfere le nuance, le forme e la luce, le trasparenze o i volumi.  Le texture e le manipolazioni tessili narrano, accompagnandolo, lo spettatore verso l’esplorazione di dimensioni che vanno oltre l’immaginazione in cui le influenze orientaleggianti si mescolano al sapore occidentale. NABA, Nuova Accademia di Belle Arti, proietta online “Planet Dresses”, un video-racconto della live performance che ha presentato una selezione delle collezioni degli allievi dell’ultimo anno del Triennio in Fashion Design al Campus di Milano. Un vero e proprio slow show. La sfilata dello IED sarà un’ “Explosion” di creatività, fra sperimentazioni materiche, ricerca e insolite ispirazioni alla contemporaneità stilistica. Al DOM Hotel, invece, è la volta dell’evento “International Couture”: riflettori accesi su “The Roman Sunset” con la partecipazione di A’biddikkia, Flavio Filippi, Natasha Pavluchenko, Alessi & Alessi shoes, Maison Celestino, Missaki Couture e Victoria Torlonia.

I FINALISTI DEL CONCORSO “WHO IS ON NEXT?”

Giovedì 8 luglio la 17esima edizione del concorso di scouting “Who Is On Next?”, in partnership con Vogue Italia, decreterà i suoi vincitori nei settori dell’abbigliamento e degli accessori. Tra i finalisti Alessandro Vigilante, ATXV, CTRL+Z, Gentile Catone, Id-Eight, Italian Family, KOBF- Kidsofbrokenfuture, Marcello Pipitone, Marco Trevisan, Niccolò Pasqualetti, Piferi e Simon Cracker. Saranno valutati da una giuria di qualità composta da personalità di spicco che provengono dal mondo dell’editoria, della distribuzione e dell’industria. Accanto al riconoscimento dedicato a Franca Sozzani, si aggiunge il Premio Manteco sostenuto dall’omonima azienda tessile toscana che, fondata nel 1941, oggi è leader internazionale nella produzione di tessuti di lusso e pratiche green all’avanguardia, legandosi alla tradizione con gli occhi del domani. Camera Nazionale della Moda Italiana e Camera Moda Fashion Trust hanno avviato una campagna di crowdfunding per supportare i partecipanti del contest. Nel corso della prossima edizione invernale, Altaroma ospiterà tutti i vincitori del contest 2021, ma non solo, mentre CNMI darà la possibilità di presentare le capsule che hanno conquistato il podio durante Milano Fashion Week Men’s Collection e Milano Fashion Week Women’s Collection, rispettivamente in programma a gennaio e settembre 2022. Pitti Immagine attribuirà a due talents, fra quelli che si sono distinti, il Tutoring & Consulting Award: sei mesi di mentorship per assisterli nella loro crescita creativa e professionale all’interno del mercato del lavoro. 

 

MOSTRE E NUOVI TALENTI IN PASSERELLA

Nella seconda giornata, Dalpaos porta in scena sulla catwalk romana la collezione ready to wear spring-summer 2022 intitolata “Palindrome”, Anna Giulia Firenze la sua “Seasonless”, percezioni estetiche senza tempo. Poi, l’inaugurazione ufficiale della mostra “Unconventional Touch. Reset Gioielli e Accessori” dell’associazione no profit “Officine di Talenti Preziosi” (OTP), presieduta da Marina Valli affiancata dalla vice Gioia Capolei. Sotto la prestigiosa cupola progettata dall’artista Raffaello da Urbino, all’Università e Nobil Collegio degli Orafi e Argentieri “Sant’Eligio”, un originale percorso espositivo frutto dell’estro di 43 giovani designer e maestri professionisti. Collier, bracciali e orecchini, realizzati con materiali di recupero e secondo la classica tradizione del manufatto, si ispirano a cinque tendenze quali l’empatia social, la riscoperta della bellezza autentica, il gioco dell’evasione, la correzione dell’imperfezione, l’estetica scenografica della fantasia. Il corto emozionale dell’expo, girato dalla regista Caterina Biasiucci e dal fotografo Valerio Polici, sarà trasmesso sul web. Le modelle sullo schermo indosseranno i costumi firmati Monica Campri Beach Couture. Al vernissage contingentato, inoltre, le mannequin vestiranno gli abiti destrutturati di Alessandra Giannetti. Di rilievo la sinergia tra OTP e la manager Agnese Sanchez per le attività di coordinamento generale dell’iniziativa.“L’Eterna Primavera” è il teaser virtuale di Francesca Cottone, imperdibili i défilé collettivi di “Rome is my runway”. Edoardo Gallorini, per la prossima stagione calda, venerdì 9 conduce nella sua “Estasi Mediterranea” fra mare, cielo e terra. In pista “Pelle” di Casa Preti, che di recente ha ideato uno shooting contro la violenza e l’omotransfobia a Palermo, e Roi du Lac con “Cuba Libre”, in un métissage ottico che abbraccia policromi contrasti esotici. Sabato 10, infine, concludono la manifestazione Vescovo con “Aware” e il fascino fiabesco di “Pancratium Maritimum” by Caterina Moro. Gretel Z., che aveva già fatto parlare di sé con la linea che evocava i ruggenti anni Venti e le sonorità jazz della black culture americana, trasporterà tutti nel viaggio “Come un’estate a Kyoto” dove fotograferà, nei suoi capi, le calde suggestioni nipponiche del Sol Levante.

Gustavo Marco P. Cipolla

Eventi d'arte in corso a Roma

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Gustavo Marco P. Cipolla
Classe 1984, calabrese di origini, romano di adozione, Gustavo Marco P. Cipolla è un cittadino del mondo. Ama viaggiare, quando gli è possibile, e confrontarsi con realtà e culture sempre differenti. Le sue esperienze formative e professionali sono diverse: dalla Laurea in Relazioni Internazionali ai Master in Marketing e Comunicazione degli Eventi artistici, culturali e dello spettacolo e in Comunicazione e Giornalismo di Moda. Collabora con alcune testate dove scrive, senza la pretesa di essere un critico, di moda, arte e cultura. È stato stagiaire nelle Organizzazioni Internazionali e ha svolto, e svolge, l’attività di press officer nel mondo della musica, nell’universo della moda e ha anche curato l’ufficio stampa di alcune compagnie teatrali indipendenti. Crede fermamente nel talento (degli altri) e sostiene che i giovani di oggi, grazie alle giuste opportunità, diventeranno gli adulti di domani.