A Treviso nasce TAD. Nuovo art district dedicato alla creatività contemporanea e al food

Il nuovo distretto creativo sorge in un’ex area industriale in disuso. Nato dalla visione di Davide Vanin e Alessandro Benetton, TAD ospita spazi espositivi, studi di design, bistrot, cocktail bar e il ristorante del talentuoso cuoco Simone Selva

Il Cantiere - TAD
Il Cantiere - TAD

1500 metri quadrati adibiti ad hub, all’insegna dell’arte, dell’architettura, del design, della musica e del food: è un progetto multidisciplinare e in costante divenire TAD – Treviso Arts District, nuovo distretto dedicato alla creatività e all’enogastronomia recentemente nato all’interno di una ex area industriale a Villorba-Treviso. Lì dove un tempo venivano prodotti frigoriferi da bar e arredi, adesso è una zona che sta assistendo a una fase di rinascita dopo anni di abbandono, e a dare avvio a questo nuovo corso è la volontà di Davide Vanin, imprenditore e ideatore del TAD, e Alessandro Benetton, fondatore e presidente del gruppo 21 Invest e collezionista. Una storia che punta a valorizzare i giovani talenti del mondo della creatività e del food: così è stato per Mattia Bordini, designer che è stato sostenuto nell’avviare la sua attività all’interno di TAD, e per Simone Selva, la più giovane stella Michelin 2022 e astro nascente della cucina italiana contemporanea che all’interno del distretto ha aperto il sui ristorante, con il supporto di Vanin.

Il Cantiere - TAD
Il Cantiere – TAD

TAD – TREVISO ARTS DISTRICT. L’ARTE E IL DESIGN

“TAD vuole ridare vita artistica a uno spazio ormai fermo da tempo, per regalare alla città un nuovo polo culturale e multidisciplinare di cui i cittadini potranno riappropriarsi e vivere quotidianamente”, spiegano i promotori di Treviso Arts District. “Parte integrante del progetto TAD è infatti un ricco calendario di eventi, mostre, incontri, masterclass e workshop con artisti nazionali e internazionali, aperti alla partecipazione del pubblico”. Suddiviso in diversi settori, TAD si articola in vari contenuti tutti affacciati sulla strada. C’è la 21Gallery, società di benefit fondata nel 2021 insieme al gallerista romano Massimiliano Mucciaccia che sorge in uno spazio di oltre 400 metri quadrati diviso in due sale dedicate all’arte del Novecento e all’arte emergente italiana e internazionale. C’è poi Vite, concept store le cui sale sono progettate e allestite dai brand che collaborano con TAD, ovvero Qeeboo, Intentions, EDG, Abhika, Ibride, Instabile Lab e gli artigiani Vanni Cenedese e Terra in forme. TAD ospita inoltre uno spazio coworking e un Temporary Shop.

TAD – TREVISO ARTS DISTRICT. L’AREA FOOD

Vite-ristorante è il nome del nuovissimo progetto dello chef Simone Selva, all’interno di Vite. Il locale, con 25 coperti, si contraddistingue per gli arredi di design e di artigianato. I piatti di Selva possono essere gustati anche al Bistrot, padiglione con soffitti alti otto metri e pareti con mattoni a vista, caratterizzato dai salotti vintage e tavoli colorati. All’interno del giardino di TAD, un po’ nascosto sul retro, sorge il Tiki Bar, con selezioni di Rum e sigari da tutto il mondo da accompagnare a piatti di street food preparati dalla birreria-bistrot del progetto, chiamato Cantiere.

– Desirée Maida

Villorba – Treviso
TAD
Viale della Repubblica 3-5
https://tadtreviso.com/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.