All’asta da Christie’s il ritratto di Marie-Thérèse Walter, musa e amante di Picasso

Con una stima di 55 milioni di dollari, Christie’s il prossimo 11 maggio metterà in vendita a New York uno dei ritratti più celebri che il pittore realizzò della sua modella, musa e amante

PABLO PICASSO Femme assise près d’une fenêtre (Marie-Thérèse) oil on canvas 57 ½ x 44 ⅞ in. (146 x 114 cm.) Painted in Boisgeloup on 30 October 1932 - © Christie’s Images Limited 2021 (detail)
PABLO PICASSO Femme assise près d’une fenêtre (Marie-Thérèse) oil on canvas 57 ½ x 44 ⅞ in. (146 x 114 cm.) Painted in Boisgeloup on 30 October 1932 - © Christie’s Images Limited 2021 (detail)

Vedrà protagonista una delle opere più intense di Pablo Picasso (Malaga, 1881 – Mougins, 1973) l’asta che si terrà il prossimo 11 maggio da Christie’s a New York, la 20th Century Evening Sale. Top lot dell’evento sarà Femme assise près d’une fenêtre (Marie-Thérèse), opera realizzata dal celebre artista nel 1932 che ritrae Marie-Thérèse Walter, musa e amante di Picasso. L’opera avrà una base d’asta pari a 55 milioni di dollari.

PABLO PICASSO Femme assise près d’une fenêtre (Marie-Thérèse) oil on canvas 57 ½ x 44 ⅞ in. (146 x 114 cm.) Painted in Boisgeloup on 30 October 1932 - © Christie’s Images Limited 2021
PABLO PICASSO
Femme assise près d’une fenêtre (Marie-Thérèse)
oil on canvas
57 ½ x 44 ⅞ in. (146 x 114 cm.)
Painted in Boisgeloup on 30 October 1932 – © Christie’s Images Limited 2021

MARIE-THÉRÈSE WALTER E PABLO PICASSO. UNA STORIA D’AMORE E D’ARTE 

Quando Marie-Thérèse Walter ha conosciuto Picasso aveva 17 anni, mentre il pittore ne aveva già 45 ed era sposato con la ballerina Olga Khokhlova, con la quale aveva avuto il figlio Paulo. Il rapporto che legava Marie-Thérèse e Picasso, almeno i primi tempi, era quello tra modella e artista, ma tra i due nacque una storia d’amore durata dal 1925 al 1935. L’artista ritrasse spesso la sua amante, e i dipinti con Marie-Thérèse sono tra i più iconici della produzione di Picasso di quegli anni: “dalla serie che ha introdotto Marie-Thérèse agli occhi del pubblico, ‘Femme assise près d’une fenêtre (Marie-Thérèse)’ è stata realizzata in un anno in cui Picasso ha creato un nuovo linguaggio pittorico per rappresentare la sua musa e”, spiega Vanessa Fusco, Co-Head della 20th Century Evening Sale. “Questo straordinario e monumentale ritratto è stato visto per l’ultima volta in pubblico nella superba mostra dedicata all’‘anno delle meraviglie’ dell’artista, ‘Picasso 1932’, al Musée Picasso di Parigi e alla Tate Modern di Londra nel 2017-2018. Essendo uno degli artisti più innovativi e influenti del 20° Secolo, è giusto che questo dipinto eccezionale guidi la 20th Century Evening Sale di Christie’s”. Dalla relazione tra Marie-Thérèse Walter e Picasso nascerà una figlia, Maya, che l’artista ritrasse in diversi dipinti, tra cui Maya con la bambola del 1938. La storia d’amore tra la modella e il pittore terminerà invece nel 1935, quando Picasso si innamora della fotografa surrealista (e anche sua modella) Dora Maar, con grande disappunto di Marie-Thérèse. 

IL RITRATTO DI MARIE-THÉRÈSE WALTER ALL’ASTA DA CHRISTIE’S 

Dipinto a Boisgeloup il 30 ottobre 1932, Femme assise près d’une fenêtre (Marie-Thérèse) ritrae la musa dell’artista come una dea alata, una Nike moderna dalla testa lunare, luminosa e scultorea come se fosse scolpita nel marmo. Il corpo è sensuale e morbido, e orbita attorno al suo torso rosso fuoco. 

– Desirée Maida

www.christies.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.