Meridians, la nuova sezione di Art Basel Miami Beach con opere di grandi dimensioni

Anche l’avamposto statunitense del colosso fieristico svizzero si avvale di una sezione dedicata ai progetti artistici fuori scala. Dopo Unlimited, di scena a Basilea, è la volta della neonata Meridians

Art Basel Miami Beach 2018
La preview di Art Basel Miami Beach 2018

Art Basel Miami Beach cresce. E lo fa con una nuova sezione dedicata alle opere di grandi dimensioni. Il colosso fieristico svizzero – la cui prossima edizione nella “nativa” Basilea si terrà tra l’altro a breve, dal 13 al 16 giugno – ha svelato la prima grande novità della rassegna che dal 5 all’8 dicembre si terrà in Florida, rivelando concept e curatore di Meridians, la nuova sezione della fiera che vedrà protagoniste opere monumentali, installazioni e performance. Cambierà il titolo, ma sembra proprio che Meridians sia stata concepita come la sorella gemella di Unlimited, la celebre e anche fortunata piattaforma pensata dall’edizione svizzera di Art Basel per i progetti di grandi dimensioni, che offre alle gallerie l’opportunità di presentare installazioni, sculture, proiezioni video, pitture murali, serie fotografiche e performance art trascendendo i limiti del tradizionale stand fieristico.

Art Basel 2018, Unlimited
Art Basel 2018, Unlimited

MERIDIANS DI ART BASEL MIAMI BEACH

La nuova sezione riunirà una trentina di progetti presentati dalle gallerie selezionate per l’edizione 2019 di Art Basel Miami Beach, con la curatela di Magalí Arriola. Meridians sarà allestita nella nuova Grand Ballroom, al secondo piano del Miami Beach Convention Center. La Grand Ballroom offre uno spazio espositivo di oltre 550 metri quadrati, ed è direttamente collegato alle sale espositive in cui sarà allestita il resto della fiera. “Sono entusiasta di guidare questo fantastico progetto”, ha dichiarato Arriola. “Meridians offre enormi possibilità ad Art Basel Miami Beach, creando una piattaforma vibrante per sculture, installazioni e opere video su larga scala, oltre alla performance, che fino ad ora non hanno avuto uno spazio dedicato all’interno della fiera”. Magalí Arriola è una curatrice indipendente di base a Città del Messico. È stata Lead Curator per l’America Latina presso KADIST, e tra il 2011 e il 2014 è stata curatrice del Museo Jumex. Ha ricoperto inoltre il ruolo di Chief Curator, tra il 2009 e il 2011, del Museo Tamayo Arte Contemporaneo, ed è la curatrice del Padiglione Messico alla Biennale d’Arte di Venezia 2019.

LE PROSPETTIVE DI ART BASEL MIAMI BEACH

“Siamo davvero entusiasti di presentare Meridians al nostro imminente show di Miami Beach questo dicembre”, ha dichiarato Noah Horowitz, direttore per l’America di Art Basel. “La vastità della Grand Ballroom e la sua immediata vicinanza allo show floor ci offrono opportunità inedite per presentare progetti artistici ambiziosi che vanno ben oltre i limiti del tradizionale layout per fiere d’arte. In combinazione con la nuova planimetria e il design degli spettacoli che abbiamo introdotto negli ultimi due anni, come risultato dei rinnovati lavori di ristrutturazione della MBCC, questa iniziativa annuncia un nuovo entusiasmante capitolo per Art Basel a Miami Beach”.

– Desirée Maida

www.artbasel.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.