Via degli Orefici, 7
Genova - Liguria
http://www.palazzidigenova.it

Scheda Tecnica di Palazzo Lercari Spinola Sito in via Orefici, 7 Periodo di costruzione: dal sec. XII-XIII al XVIII Nr. piani fuori terra: 6 Superficie coperta: circa 4.500 mq Attualmente il palazzo è di proprietà della Vaimm Sviluppo s.r.l., società del Gruppo Vittoria assicurazioni, che ha promosso un intervento conservativo volto a preservare l'elevato valore artistico e storico dell’edificio. L’ intera operazione è stata eseguita sotto lo stretto controllo della Soprintendenza ai Beni Culturali. Palazzo Lercari Spinola prende il nome da due importanti famiglie genovesi. E’ situato in via Orefici, cuore del centro storico di Genova. L’isolato di cui fa parte è composto da tre edifici: il primo, monumentale, con accesso da via Orefici il secondo e il terzo da via dei Conservatori del Mare. Vicino alla Porta di San Pietro e alla Ripa Maris, Palazzo Lercari Spinola viene inglobato dalle mura del XII secolo, il suo assetto medievale è ben visibile lungo il vicolo laterale e nel prospetto posteriore. Nel corso del XIV e per tutto il XVI secolo l’isolato subisce le modificazioni più significative: i palazzi vengono inseriti con forza nel tessuto medievale, con accorpamenti di case preesistenti. Nel Cinquecento, quando in città si assiste alla trasformazione delle tipologie edilizie abitative, anche i Lercari si adeguano alle nuove consuetudini modernizzando la dimora. E nei primi anni ’50 del Cinquecento lo scultore Guglielmo della Porta valorizza il portale del palazzo inserendo i telamoni e le figure sul fastigio; ricche e inusuali anche le decorazioni scultoree delle scale e degli atri. Il prospetto del palazzo, grazie all’accurato restauro, ha restituito il fine disegno delle incorniciature marmoree delle finestre, sormontate da frontoni rettilinei in marmo bianco sorretti da mensole a voluta che recano, nella fascia sottostante, eleganti cartelle con motti latini. L’edificio nel 1576 è inserito nella lista dei “Rolli” come residenza di “Gio Batta Lercaro” e si distingue per un notevole apprezzamento (quattro volte nella prima pisside, una volta nella seconda). Verso la fine del Cinquecento il palazzo passa in proprietà agli Spinola di San Luca, ai quali appartiene ancora nel 1907. Nel 1948 tutto il complesso viene venduto al Banco di Chiavari e della Riviera Ligure. Il primo piano nobile si contraddistingue per lo stile manierista degli affreschi, tra cui spiccano i soffitti a volta dei saloni, con le Scene belliche e di trionfo ispirate alla Gerusalemme Liberata e con il Mito di Amore e Psiche. I cicli pittorici, attribuibili ai fratelli Calvi, convivono, negli ambienti limitrofi, con derivazioni neoclassiche negli stucchi. Le decorazioni del secondo piano hanno subito delle profonde trasformazioni nel corso del Settecento. Il Gruppo Vittoria Assicurazioni ha restituito il dovuto valore storico al palazzo Lercari Spinola. La dimora storica dopo l’accurata operazione di restauro, in parte ancora in corso, è destinata ad ospitare unità immobiliari di grande prestigio.


Eventi esposti presso PALAZZO LERCARI SPINOLA

Interni Genovesi

Interni Genovesi

Genova  05/10/2012 - 14/10/2012
“Interni Genovesi. Disegni di arredo e grande decorazione nell’età barocca”, a cura di Piero Boccardo e Margherita Priarone, propone una ricca selezione di disegni...