Xu Hong Fei – Il fascino della capitale antica

Torino - 12/06/2014 : 18/07/2014

L’esposizione itinerante dello scultore Xu Hong Fei alla Fermata Torino Italia”. Si tratta di 36 opere di scultura di grande e di piccolo formato, in bronzo, legno e marmo, che saranno esposte in luoghi suggestivi e prestigiosi: il MAO-Museo d’Arte Orientale, il Polo Reale, la Reggia di Venaria Reale, la Galleria Subalpina, la Piscina monumentale.

Informazioni

  • Luogo: MAO - MUSEO D'ARTE ORIENTALE
  • Indirizzo: Via San Domenico 9/11 - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 12/06/2014 - al 18/07/2014
  • Vernissage: 12/06/2014 ore 17:30, il Polo Reale di Piazza Castello
  • Autori: Xu Hongfei
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Email: barbara.odetto@gmail.com
  • Patrocini: della Città di Torino

Comunicato stampa

L’esposizione itinerante dello scultore Xu Hong Fei alla Fermata Torino Italia”. Si tratta di 36 opere di scultura di grande e di piccolo formato, in bronzo, legno e marmo, che saranno esposte dal 12 giugno al 18 luglio in luoghi suggestivi e prestigiosi: il MAO-Museo d’Arte Orientale, il Polo Reale, la Reggia di Venaria Reale, la Galleria Subalpina, la Piscina monumentale.
Il maestro Xu Hong Fei è il più famoso artista cinese nel campo della scultura contemporanea; nato nel 1963, è Rettore dell’Accademia di Scultura di Guangzhou



Autore di numerosi progetti di scultura pubblica in tutta la Cina, ha esposto in Tailandia, in Francia, a Sidney e in Italia a Montepulciano (SI) e a Zafferana Etnea (CT).

Nel 2008 è stato invitato a Parigi per una mostra personale e, nello stesso anno, il Comitato Olimpico Internazionale lo ha selezionato come unico scultore per rappresentare la Cina presso la "Olympic Sport & Art Exhibition".

La sua opera "Una vittoria allegra" è in mostra al Comitato Olimpico Internazionale (CIO) di Losanna. L’artista trae la sua ispirazione anche dall’amicizia con il maestro cinese Huang Yongyu, autore di prestigiose opere in calligrafia, pittura ad olio, acquerello, pittura a inchiostro e xilografie.

Alla fine del 1990 i due maestri riflettono su una nuova direzione dell’arte di Xu Hong Fei e il risultato è la celebre serie "Le donne paffute” (The Chubby Women), una collezione di oltre cento sculture, alcune delle quali di grandi dimensioni.

Il maestro considera il bello come la capacità di amare il proprio corpo e le donne ritratte, benché opulente, sono un esempio di leggerezza, indipendenza e passione per la vita.

La sua visione estetica viene enfatizzata dall’utilizzo dei marmi bianchi, dei legni preziosi e del bronzo e regala allo spettatore una rappresentazione piena di vitalità e di gioia, che ha il suo fondamento in un nuovo canone di bellezza e che unisce lo spirito della tradizione cinese con i mezzi espressivi della scultura contemporanea.