William Xerra – Percorso rituale nei Sassi di Matera

Busto Arsizio - 12/05/2019 : 16/06/2019

Esattamente a distanza di 40 anni la mostra ripercorre la performance messa in scena da William Xerra nella città di Matera, attraverso le fotografie scattate l’8 marzo 1979 da Angelo Saponara.

Informazioni

  • Luogo: CRISTINA MOREGOLA GALLERY
  • Indirizzo: Via Andrea Costa 29 - 21052 - Busto Arsizio - Lombardia
  • Quando: dal 12/05/2019 - al 16/06/2019
  • Vernissage: 12/05/2019 ore 18
  • Autori: William Xerra
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Da giovedì a domenica 16.00/19.00

Comunicato stampa

La Galleria Cristina Moregola è lieta di presentare domenica 12 maggio 2019 ore 18.00 la mostra William Xerra “Percorso rituale nei Sassi di Matera”.

Esattamente a distanza di 40 anni la mostra ripercorre la performance messa in scena da William Xerra nella città di Matera, attraverso le fotografie scattate l’8 marzo 1979 da Angelo Saponara

Le immagini descrivono il “percorso rituale” nei Sassi condotto dall’artista con la “bassa musica” di Carbonara, una piccola banda tradizionalmente legata alle processioni, che lo accompagnò in un itinerario, lungo il quale Xerra segnò di bianco il cammino con l’evocativa scritta “VIVE”, parola utilizzata nella poetica dell’artista per salvare qualcosa andato perduto o dimenticato.
Visionario e profetico, l’intervento di Xerra ha trasformato l’area dei Sassi, sgomberata nel 1952 con una legge che impose il trasferimento di due terzi degli abitanti in nuovi quartieri residenziali, in opera d’arte avviando in anni in cui il nucleo originario della città viveva una situazione di abbandono, una riflessione artistica e sociale su un luogo tanto antico quanto dimenticato.

Scriveva Franco Solmi nel testo in catalogo edito nel dicembre 1979 da Vanni Scheiwiller e realizzato per documentare la performance di Xerra : “… Matera, città del presente, s’è adornata del rito trovando nell’arte la verità della propria finzione, la sublime irrealtà della propria immagine e delle proprie memorie. E’ bastato un passo, una musica, un segno rituale e lo spettacolo si è riaperto su scenari di fiabe immemorabili. E se il gesto era del presente, qualcosa delle antiche memorie poteva ormai riaffiorare senza timore d’essere disperso”.

Ad accompagnare le immagini di Angelo Saponara, alcune fotografie scattate nel 1978 da William Xerra durante un primo passaggio a Matera sulle quali l’artista è poi intervenuto con riflessioni e appunti scritti e alcune carte degli anni Settanta dove la parola “Vive” è presente come “… un gesto che attraversa lo spazio dell’opera¹.

Dopo 40 anni ed esattamente nell’anno in cui Matera è Capitale Europea della Cultura, è quanto mai attuale e significativo ritornare, attraverso il lavoro di William Xerra, a ripercorrere un luogo oggi riconosciuto dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità.

¹ Manuela Gandini Affresco live storia di un incontro, 2011, Postmedia, Milano